Income Tourism: nominati i tre ambasciatori della Croazia

La facoltà di economia, business e turismo dell’Università di Spalato (Croazia) è una degli atenei europei in prima linea per lo sviluppo e la realizzazione di Income Tourism. A fare il punto della situazione è Ljudevit Pranic che rappresenta questa università all’interno del progetto. “Le aziende sono molto entusiaste del nostro progetto che riguarda le soft skills e lo percepiscono come un veicolo per aiutare le università ad essere al passo con le esigenze del turismo e dell’hospitality. Inizieremo il processo di recruiting degli studenti non appena inizierà il semestre autunno/inverno 2019, ovvero già il 1 ottobre”. 

Un progetto di ampio respiro quello di Income Tourism che, in ogni nazione nel quale è presente, ha l’obiettivo di interagire con le istituzioni per far sì che l’importanza delle soft skills diventi un elemento imprescindibile, scardinando quello che è stato il sistema adottato finora.

“Istituzionalmente, la nostra facoltà di economia, business e turismo ha un amministratore di progetto designato. Questo aiuta straordinariamente la gestione di Income Tourism, permettendoci così di concentrare le nostre energie sul progetto stesso – prosegue Pranic -. Nel corso degli anni precedenti abbiamo lavorato per costruire un rapporto reciprocamente vantaggioso con una serie di attività in ambito turistico e hospitality nella nostra città e nel nostro Paese. Per questo motivo quando abbiamo invitato i nostri partner (ormai consolidati) a partecipare al progetto, lo hanno prontamente accettato”.

Ogni nazione europea coinvolta in Income Tourism ha il compito di nominare tre ambasciatori con l’obiettivo di divulgare l’iniziativa. Per quanto riguarda la Croazia, la scelta è ricaduta su: Iva Bahunek, direttore dell'Ufficio nazionale croato per il turismo di Los Angeles, Šime Klaric, presidente dell'Associazione Nazionale dei piccoli hotel a conduzione familiare della Croazia, Jože Tomaš, presidente della Contea di Split-Dalmatia della Camera di Commercio Croata. 

Tags: ,

Potrebbe interessarti