Stop ai voli: Aigle Azur non garantisce il risarcimento dei clienti

Il cielo diventa ogni giorno più scuro per la seconda compagnia aerea francese. Aigle Azur, in seguito all’annuncio dell’annullamento di tutti i suoi voli, non può “garantire un risarcimento” ai clienti che hanno acquistato un biglietto dopo venerdì sera.

“La situazione finanziaria della società e le conseguenti difficoltà operative non consentono di effettuare i voli oltre il (venerdì) 6 settembre alla sera”, indica la società sul suo sito. Se si effettua un volo di ritorno dopo il 6 settembre 2019, indipendentemente dall’aeroporto di partenza, il collegamento viene cancellato. Si sarà costretti ad acquistare un altro biglietto di ritorno”, precisa Aigle Azur. La compagnia effettuerà 44 voli venerdì, principalmente da e per l’Algeria.

I passeggeri lesi sono quindi invitati ad a dichiarare il loro credito attraverso il sito web; la compagnia “presenta a tutti i suoi clienti le sue più sincere scuse”. Sul sito sono presenti una guida all’uso per dichiarare il credito e il formulario per la dichiarazione. I clienti interessati “possono anche avvicinarsi alla loro assicurazione esistente nel quadro dei pagamenti con carta di credito”, per ottenere il rimborso o il risarcimento del biglietto, ha aggiunto la società. Infine, per quanto riguarda i biglietti acquistati presso un distributore, “spetta ai passeggeri riavvicinarsi alla propria agenzia di viaggi per studiare le condizioni di rimborso o di sostituzione o di risarcimento”.

Le compagnie francesi e straniere sono state mobilitate per proporre biglietti a tariffa agevolata ai passeggeri in attesa di un volo di ritorno in seguito alla cancellazione del loro collegamento, conformemente agli accordi internazionali nell’aviazione civile. Frattanto il tempo stringe per la compagnia: gli eventuali acquirenti hanno tempo fino a lunedì 9 settembre a mezzogiorno per depositare la loro offerta.

Tags:

Potrebbe interessarti