Aigle Azur in orbita Air France per il corto e medio raggio

Mentre c’è ancora da gestire il disagio dei 13mila passeggeri di Aigle Azur bloccati qualche giorno fa dopo il blocco dei voli del vettore di venerdì sera, i sindacati parlano di un’offerta parziale di acquisto da parte di Air France per la parte riguardante il corto e medio raggio come di una “quasi certezza”.

“Ci vuole un acquirente serio, capace di offrire garanzie sugli impieghi (1200 le persone impiegate nel vettore, ndr). La buona notizia è che diversi player hanno mostrato interesse – ha assicurato il Segretario di Stato ai Trasporti Jean-Baptiste Djebbari, intervistato dai quotidiani francesi . Lionel Guérin, ex Pdg di Hop!, per esempio, è sostenuto da una squadra riconosciuta nel mondo dell’aviazione e con mezzi finanziari credibili”.

Oltre al Gruppo Air France, sembra che anche easyJet e Vueling siano interessati al dossier. Da parte dei sindacati, logicamente, c’è la speranza che possa emergere l’offerta per una ripresa integrale della compagnia e per questo spingono per un “riacquisto” basato su Air France.

Se Air France dovesse proseguire con l’obiettivo di rilevare il corto e medio raggio, il Gruppo Dubreuil, proprietario di maggioranza di Air Caraïbes, potrebbe riprendere il lungo raggio del vettore che attualmente serve il Mali e il Brasile.

Per quanto riguarda la compagnia spagnola Vueling, l’interesse riguarderebbe gli slot d’atterraggio di cui Aigle Azur dispone a Parigi Orly (9800 slot orari all’anno).

Con i suoi 11 aerei, Aigle Azur ha trasportato nel 2018 1,88 milioni di passeggeri, con un giro d’affari di 300 milioni di euro.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti