Hays Travel acquisisce 555 negozi Thomas Cook

A seguito della notizia di oggi, secondo la quale Hays Travel sta acquisendo 555 negozi Thomas Cook, Nick Wyatt, head of R&A, Travel & Tourism di GlobalData, ha commentato la notizia, affermando che è "una mossa audace da parte di Hays, ma Thomas Cook è un marchio apprezzato con una base di clienti consolidata e se Hays ha negoziato bene, la mossa potrebbe semplicemente ripagare".

A suo dire, "molto dipenderà dai termini dell'accordo. Dato che si tratta di notizie dell'ultimo minuto, non sappiamo ancora il valore dell'affare o quali condizioni possono essere state concordate con i proprietari", ma in base alla situazione di mercato dell'acquirente, Hays avrà potuto "negoziare condizioni favorevoli".

Il manager si sofferma poi su quelle che possono essere le cause della debacle del colosso inglese, a partire dal fatto che la "scomparsa di Thomas Cook è stata il risultato di una moltitudine di fattori, ma alla base c'era una montagna di debiti". Il manager osserva anche che l'accordo "non è tuttavia, senza pericolo". Servirà un "riposizionamento dei punti vendita e potrebbe essere necessaria una razionalizzazione ad un certo punto, in particolare nelle aree in cui Hays ha già una forte presenza". 

Tags: ,

Potrebbe interessarti