Ecco cosa offrire alle nuove generazioni di viaggiatori

I giovani non vanno in agenzia per acquistare i loro viaggi e nemmeno per informarsi. I nuovi viaggiatori si documentano in internet per soddisfare successivamente le loro necessità e aspettative. Ne ha parlato in un convegno a Rimini Gianluca Grotto, scrittore e blogger, 350mila follower, convinto che il viaggio debba essere solo un'esperienza. “Il turista cerca la destinazione, il viaggiatore l'esperienza – ha rimarcato -. La conoscenza dei territori negli ultimi 30 anni è talmente cambiata, perché grazie alla tecnologia tutto è stato già visto nel web, tutto è conosciuto. Ma non le sensazioni, perché quelle sono talmente personali, che ogni persona al momento vive le proprie”.

Grotto azzarda dicendo che l'esperienza è una sorte di ribellione che il giovane viaggiatore vuole provare, immerso nella ricerca di novità, aldilà dei formalismi. “Oltre il dépliant, non solo la vacanza, ma la ricerca di altro. Cambiare la vita con un viaggio è possibile – ha sottolineato il blogger – ma non se la si intende come una vacanza classica o peggio come riposo. Nel mio blog non troverete mai le cose comuni o consigli su cosa vedere o fare, perché la vacanza è una cosa, il viaggio è un'altra”.

Abbiamo quindi avuto conferma che soprattutto i giovani viaggiatori, si documentano, scavalcando le agenzie, ritenute un mezzo obsoleto, affidandosi tutt'al più alle esperienze già vissute da un blogger, in attesa di vivere le proprie”. a.to.

Tags:

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato