Giappone, tifone Hagibis: pesante il bilancio

Oltre 40 morti, migliaia di case al buio, allagamenti e inondazioni con l'acqua che è arrivata fino ai primi piani dei palazzi. Il giorno dopo il passaggio in Giappone del tifone Hagibis, il più devastante degli ultimi 60 anni, si contano i danni. E il bilancio è molto pesante

Al momento si contano almeno 40 morti, 16 dispersi e 189 feriti. Il governo ha dispiegato circa 27mila uomini delle Forze di autodifesa, nelle regioni a nord della capitale, con l'impiego di elicotteri, mentre altri 110 mila unità – tra ufficiali di polizia, vigili del fuoco e personale della guardia costiera – sono impiegate nelle operazioni di salvataggio sull'intero arcipelago.

Gli avvisi di evacuazione hanno riguardato oltre 6 milioni di persone e sebbene gli allarmi siano rientrati nella mattina di domenica le autorità indicano che circa 56 frane e smottamenti si sono verificate in ben 15 prefetture. In alcune zone, precisa l'Agenzia meteorologica, le precipitazioni hanno raggiunto in due giorni un valore vicino al 40% dell'intera media annua. Il capo di Gabinetto Yoshihide Suga ha riferito che 376mila unità abitative sono senza elettricità e in 14mila è stata interrotta la fornitura di acqua. Ripristinati gran parte dei servizi ferroviari, ma il caos continua nel trasporto aereo, con oltre 800 voli soppressi nella giornata di domenica.

Tags:

Potrebbe interessarti