Congresso Fiavet Lazio: “Troppi temi sul tappeto? Intanto lanciamo messaggi”

“A leggere il programma del congresso che si svolgerà la prossima settimana a bordo di una nave della Grimaldi Lines in rotta verso Barcellona qualcuno, anche all’interno dell’associazione, non ha nascosto il proprio scetticismo. Il motivo è la quantità di argomentazioni poste sul tappeto, sia pure raggruppate in quattro macro aree (Rapporti con il pubblico; Rapporti con la Iata e i vettori aerei; Incoming e Turismo scolastico), che si ritiene non poter affrontare compiutamente. Non nascondo che ci siamo voluti allargare. Forse sarebbe stato meglio affrontare un solo argomento e sviscerarlo in tutte le sue componenti, ma di congressi non ne facciamo mai e per coinvolgere gli associati su quelle problematiche che quotidianamente l’agente di viaggi deve affrontare, abbiamo ritenuto che occorreva quanto meno lanciare dei messaggi. Ritornarci con ulteriori valutazioni ed approfondimenti c’è sempre tempo”. E' quanto ha dichiarato il presidente di Fiavet Lazio, Ernesto Mazzi, facendo alcune precisazioni sull'evento che sta destando sempre più attenzione, visto che già qualche tempo fa era stato oggetto di interesse.

Di cosa si parlerà? Per quanto riguarda il primo tavolo “Rapporti Regolatore Pubblico” i temi riguarderanno gli aspetti della Legge Quadro sul Turismo e la possibilità di avanzare proposte di adeguamento o modifica; la Direttiva Pacchetti e la possibilità di reintrodurre il Fondo di Garanzia statale; Proposte di modifica alla Legge Regionale e l’introduzione di una autorità di controllo sulle attività turistiche.

Il secondo tavolo affronterà una quantità di problematiche che vanno dalla NewGenIss che introduce un nuovo metodo di pagamento sicuro basato su un pay-as-you-go, modello per i biglietti emessi tramite il Bsp, all’utilizzo delle carte di credito, alle buone pratiche nell’utilizzo dei sistemi di prenotazione per arrivare alla gestione Adms/Acms e al Post Billing Dispute.

Il terzo tavolo è sicuramente quello che sta maggiormente a cuore di chi quotidianamente è alle prese con i problemi che affliggono il settore, specialmente a Roma: i rapporti con Coopculture, i Musei Vaticani e le difficoltà di prenotazione; il piano Bus Turistici per finire all’abusivismo, la vera piaga che non si riesce a debellare.

L’ultimo tavolo sarà incentrato sul Turismo Scolastico con tutte le problematiche ad esso connesse: Codice dei Contratti, le professionalità negate nel rapporto con gli istituti scolastici, la proposta di abolizione della Ztl per le scolaresche per finire al MePA (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione), il mercato digitale dove possono essere effettuate negoziazioni dirette, veloci e trasparenti e che può rappresentare un nuovo strumento di lavoro per le agenzie di viaggi.

“Ambiziosi? Forse sì – dichiara ancora Mazzi -. La massiccia partecipazione di associati che hanno compreso il valore di quanto si andrà a discutere e la professionalità degli oratori, il cui elenco è in via di definizione, ci autorizzano ad essere fiduciosi sul buon esito del congresso”. 

Tags: ,

Potrebbe interessarti