Irlanda, 12 mln di arrivi entro il 2022

Obiettivo 12 mln di arrivi totali e 6,54 miliardi di euro di entrate, pari al +13%: sono i traguardi che l’Irlanda si è posta di raggiungere con la nuova strategia fino al 2022. Un comparto quello del turismo che rappresenta il 4% del Pil e occupa 325mila persone. A questo target fa da corollario “una nuova sostenibilità ambientale – spiega Niamh Kinsella, direttore di Turismo Irlandese in Italia – che porterà benefici su tutto il territorio. Stiamo, inoltre, cercando di spingere le visite lungo l’intero arco dell’anno e le aree del Paese meno conosciute”.

Nuovo anche il brand “Irlanda del Nord – Gigante nell’anima”: “Abbiamo selezionato 23 esperienze – prosegue Kinsella – coinvolgendo la gente del posto per far vivere questo concetto. Due esempi sono la ‘Tracey’s Farmhouse Kitchen’, casa d’epoca a mezz’ora da Belfast, con la sua cooking school o ‘Whiskey on the Rocks’, una camminata fino al Patrimonio Unesco Giant's Causeway degustando un single malt delle distillerie Old Bushmills”. Con “Ireland’s Hidden Heartlands” si spinge, invece, “l’entroterra del fiume Shannon, con il suo percorso ciclabile e pedonale lungo 500 km, Beara-Breifne Way, oltre alle innumerevoli attività legate all’acqua come canoa, kayak, pesca e Sup. Un turismo lento che si sposa con la sostenibilità “per far vivere le comunità tutto l’anno attraverso il turismo”. 

Sul fronte dei collegamenti aerei non mancano le novità, con Aer Lingus che introduce il Bari-Dublino e l’Alghero-Dublino. Diverse le iniziative per le adv: webinar a tema e con i partner, e-mail, fam trip con operatori, attività con Dmc irlandesi. L'intervista alla manager prossimamente su GuidaViaggi settimanale.

Nicoletta Somma

Tags: ,

Potrebbe interessarti