Crociere, è il momento di acquistare

"Stiamo iniziando a vedere una riduzione dei prezzi su diverse destinazioni – dichiara Anthony Hamawy, ceo di Cruise.com – e mi aspetto un pricing aggressivo per le partenze ravvicinate".

“Ora – afferma Vicky Garcia, comproprietaria di Cruise Planners – è il momento migliore per prenotare una crociera perché i prezzi sono i più bassi da molto tempo a questa parte. Inoltre, le linee di crociera offrono servizi aggiuntivi, ammorbidendo le loro politiche come l'estensione delle scadenze di saldo e anche Cruise Planners ha offerte esclusive aggiuntive come free wifi e altre gratuità”.

Le compagnie crocieristiche – riporta Travel Weekly – hanno inizialmente puntato principalmente su incentivi a valore aggiunto come connessione a bordo, crediti, esperienze culinarie e pacchetti di bevande anziché sulla riduzioni dei prezzi ma la contingenza ha rapidamente cambiato il panorama delle prenotazioni.

“Ciò che muove l'ago è il prezzo – ha aggiunto Hamawy – non c'è modo migliore per spostare i volumi".

“Gli agenti – ha precisato Drew Daly, vicepresidente senior e direttore generale di CruiseOne, Dream Vacations e Cruises Inc. – dovrebbero usare questo tempo per aggiornare i passeggeri esistenti e concentrarsi sui potenziali repeater”.

“Sempre più clienti vogliono essere viaggiatori diligenti”, ha aggiunto Garcia, il cui ufficio controlla regolarmente gli avvisi dei Center for Disease Control and Prevention e World Health Organization “e fornisce risorse, punti di discussione, modelli e supporto mentre monitoriamo attentamente questa situazione in evoluzione e dinamica”.

Steve Orens, presidente di Plaza Travel a Los Angeles, ha spiegato che “ci sono state cancellazioni ma i clienti stanno ancora prenotando crociere per il terzo trimestre di quest'anno e successivamente. La cosa principale che dobbiamo fare è parlare e impostare le pratiche in modo piacevole e professionale. Molte persone che arrivano in agenzia si rendono conto che questo è il momento di costruire e consolidare relazioni forti, ed è quello che la gente ricorda”.

Robert Kwortnik, professore associato di services marketing e director of graduate studies alla School of Hotel Administration presso il Cornell SC Johnson College of Business, spiega come le linee di crociera abbiano sofisticati modelli che consentono loro di comprendere ciò che i viaggiatori sono disposti a pagare.

Toccari i prezzi può essere facile, ma è la strategia più intelligente?

“È un'arma a doppio taglio”, ha detto il professore. “Le compagnie di crociera possono farlo. Ridurranno significativamente i margini di profitto, ma saranno comunque in grado di generare entrate, pagare l'equipaggio e far funzionare le navi. Ma c'è sempre la preoccupazione che se tagli troppo, si imposterà un determinato un prezzo di riferimento e il consumatore sarà più sensibile quando le tariffe torneranno a salire”.

Tags:

Potrebbe interessarti