Mercato tedesco, Baleari e Canarie già pronte alla riscossa

In Spagna, le reazioni alla cancellazione dell'Itb di Berlino non tardarono ad arrivare e già oggi la giornata è stata piena di incontri per ripensare le strategie da parte delle amministrazioni e delle imprese. L'importanza della Germania, per la penisola iberica, è indiscutibile. Degli 83,7 milioni di turisti che la Spagna ha ospitato nel 2019, 11,2 milioni erano tedeschi.
Secondo Paese per incoming in generale, è il primo mercato per le Isole Baleari e il secondo nelle Canarie. L’amministrazione delle prime ha incontrato oggi a Palma gli agenti turistici mentre riguardo alle seconde, il ministero ha affermato che sta già lavorando al riorientamento dell'attività promozionale per ridurre al minimo questo impatto.

Secondo il presidente della Confederación Española de Hoteles y Alojamientos Turísticos (Cehat), Jorge Marichal, la sospensione della fiera non implica la paralisi e ritiene che il settore debba essere in linea con il messaggio di tranquillità che le diverse istituzioni nazionali stanno lanciando. “Tutte le misure prese a titolo precauzionale significano che siamo un settore serio e responsabile, che rispetta le regole perché ci sono cose al di sopra del business”.

Il presidente del Consiglio provinciale di Malaga e del Turismo Costa del Sol, Francisco Salado, ha annunciato che rafforzerà le azioni promozionali nel mercato tedesco dopo la cancellazione dell'Itb. “Il principale virus da combattere è quello di allarmismo e nervosismo senza motivo”, ha sottolineato.
Turismo Costa del Sol prevede di investire circa 400mila euro direttamente nel mercato tedesco quest'anno, con campagne di marketing e promozione turistica nei media digitali e nei social network, nonché una serie di azioni dirette programmate nel corso dell'anno.

Il Consell de Mallorca ha posticipato di quattro settimane gli eventi promozionali previsti a Berlino. L'istituzione evidenzia anche la gestione per contenere l'espansione di Covid-19, “è una garanzia” per una buona stagione turistica 2020.

La strategia di promozione di Consell si concentra sullo sport come attrazione turistica per un visitatore di qualità e destagionalizzato.

Anche l'associazione alberghiera di Playa de Palma sta già analizzando soluzioni e alternative per pubblicizzare la sua proposta di vacanza sul mercato tedesco. Da parte sua, il presidente del Consell de Ibiza, Vicent Marí, ha espresso la speranza che con l'arrivo del bel tempo “questa crisi sanitaria sia un problema di passaggio”.

Il presidente della Consell, che ha già contattato il ministro del Turismo delle Baleari, Iago Negueruela, ha ricordato l’importanza di “procedere coordinati”.

 

Paola Olivari

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti