Norwegian ritira previsioni 2020 e cancella 22 frequenze

La compagnia aerea low cost Norwegian, travolta dalle difficoltà economiche degli ultimi mesi a causa del divieto temporaneo di volo per il Boeing 737 Max, ha temporaneamente cancellato 22 frequenze, anche a causa dell'evolversi del coronavirus, e ha ritirato le previsioni sugli utili per il 2020, inviate il mese scorso.

La cancellazione, che avrà effetto tra il 28 marzo e il 5 maggio, riguarderà 22 voli a lungo raggio tra l'Europa e gli Stati Uniti sulle rotte da Roma a Los Angeles, Boston e New York e da Londra a New York. La compagnia aerea norvegese informa in una dichiarazione di aver registrato una domanda inferiore su alcune rotte negli ultimi giorni a causa del coronavirus (Covid-19), che influenza anche le stime sul suo prossimo saldo annuale. Di questi, solo 6 cancellazioni riguarderanno l’Italia e in particolare l’aeroporto di Roma Fiumicino: una frequenza da e per New York Jfk, una da e per Boston e una da e per Los Angeles. Tutte le altre cancellazioni coinvolgeranno la rotta Londra Gatwick – New York Jfk. I passeggeri coinvolti verranno contattati da Norwegian che offrirà loro un nuovo itinerario.

"Data l'incertezza e il continuo impatto sulla domanda generale di trasporto aereo, Norwegian ritira le sue previsioni per il 2020, che sono state fornite al mercato il 13 febbraio. In questo preciso momento, è troppo presto per valutare l'impatto totale sulla nostra attività" – hanno dichiarato dalla compagnia.

Lo scorso febbraio Norwegian ha trasportato 1,96 milioni di passeggeri, il 22% in meno, mentre la domanda, misurata in passeggeri per chilometro trasportato (Pkt), è scesa del 21% e l'offerta, in posti per chilometro offerto (Ako), 22%. Questi dati rientrano nella strategia lanciata due anni fa dal passaggio dalla crescita alla redditività, ha affermato la società, che ha migliorato la sua occupazione media di due decimi all'81,7% e aveva una puntualità dell'84,2% a febbraio.

La compagnia aerea norvegese è stata una delle più colpite dal divieto di volo internazionale 737 Max dopo incidenti mortali in Indonesia ed Etiopia, che, insieme ai problemi con i motori Rolls Royce,sono costati quasi 100 milioni di euro in 2019, secondo il bilancio pubblicato il mese scorso.

Norwegian, che nel 2019 ha perso 1.609 milioni di corone norvegesi nette (160 milioni di euro), ha promosso diverse misure negli ultimi mesi per migliorare la sua liquidità come la vendita di aeromobili, le sue quote in Norwegian Finance Holding e la sua controllata argentina, nonché riduzioni dei costi.
 

Tags:

Potrebbe interessarti