Chatbot e intelligenza artificiale, l’evoluzione secondo Zucchetti

Il settore Travel ha subito forti cambiamenti negli ultimi anni dovuti soprattutto al peso crescente che il web e il digital hanno assunto nelle abitudini e nei comportamenti dei consumatori finali. Da questo assunto parte Marco Montagni, responsabile commerciale e di prodotto di Zucchetti per annunciare che “gli sforzi del 2020 saranno tutti rivolti ad incentivare la digitalizzazione delle agenzie di viaggi e dei tour operator, principalmente tramite l‘implementazione di soluzioni che permettano di migliorare la relazione con il cliente e la customer experience. Tra queste i chatbot e l’intelligenza artificiale che facilitano la comunicazione tra viaggiatori e agenzie prima, durante e dopo il viaggio e le soluzioni di Crm sempre più fondamentali in ogni tipo di attività, che aiutano a raccogliere i dati e a gestire correttamente la relazione con il cliente per offrire soluzioni pensate sulle reali necessità degli utenti”.

Ma la tecnologia come può aiutare l'operatività dei partner del travel in una fase contingente come quella attuale? “Viste le recenti disposizioni di contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria emanate dal Presidente del Consiglio e dal ministro della Salute che prevedono la possibilità di applicare lo smart working alle imprese di viaggi e turismo – replica il manager – la tecnologia diventa ancor più fondamentale per consentire alle persone di portare avanti regolarmente le proprie attività lavorative”.

Le applicazioni Zucchetti possono essere utilizzate da remoto, senza necessità di recarsi fisicamente sul luogo di lavoro, in sicurezza e con facilità. Tutto ciò che serve è un pc e una connessione per accedere agli applicativi software o in alternativa una rete privata virtuale (Vpn) che garantisce privacy, anonimato e sicurezza dei dati attraverso un canale di comunicazione riservato tra dispositivi. “Grazie alle soluzioni di web meeting & conference – sottolinea Montagni – è possibile inoltre realizzare riunioni ed incontrare virtualmente clienti e collaboratori. Ci vuole certamente un po’ di organizzazione, ma si tratta di strumenti hardware e software accessibili a tutti”.

In termini di impatto economico della situazione attuale, commenta: “Sarà purtroppo devastante per tutti i settori, in particolar modo per il travel che per primo ne pagherà le conseguenze. Ci auguriamo però che nell’attesa che la situazione torni ad una auspicabile normalità, le nostre soluzioni possano essere di supporto alle persone e alle aziende del settore”. In base all’evoluzione di mercato, Montagni conclude dicendo che “il compito della tecnologia sarà quello di supportare le adv e i t.o. su entrambi i fronti, online e offline, puntando su una sempre maggiore integrazione del gestionale aziendale con i siti web e i portali di prenotazione online. In quest’ottica stiamo lavorando ad una nuova soluzione software che abbinerà le funzionalità tipiche del gestionale eAgency per agenzie di viaggio e tour operator alla flessibilità del web grazie alla piattaforma Infinity”.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti