Lalli: “Il turismo è sulla soglia del non ritorno”

"Servono interventi mirati, dedicati alle specifiche esigenze delle imprese turistiche che sono state, sono e saranno per chissà quanti mesi, le più colpite dalla pandemia, adottando scelte immediate e mobilitando cospicue risorse" – ha dichiarato la vicepresidente di Federturismo Confindustria Marina Lalli – altrimenti con il blocco dell’offerta e il crollo totale della domanda si rischia di assistere ad una moria d'imprese nel giro di poche settimane".

"Il turismo necessita di prestiti a lungo termine garantiti dallo stato, di norme a stralcio per imposte su fatturati inesistenti e di tutele specifiche anche per il post Covid19 considerata la lunga e lentissima fase di ripresa. Ci fa piacere leggere in queste ore del determinante intervento della Cassa Depositi e Prestiti che insieme al Fondo di Garanzia avranno un ruolo fondamentale per la tenuta e il rilancio del tessuto imprenditoriale" – ha aggiunto Lalli.

 

Tags:

Potrebbe interessarti