Le risposte a von der Leyen: “Prenotate in sicurezza”

Non si sono fatte attendere le repliche al commento della presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, in un'intervista al domenicale della Bild, che nei giorni scorsi ha consigliato di aspettare a prenotare le vacanze estive.

Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi, invita “a non commettere questo grave errore”.  “Se le persone ritarderanno le prenotazioni – dice Bocca – le imprese e i posti di lavoro si squaglieranno come neve al sole.” “Gli albergatori italiani – prosegue Bocca – offrono a tutti la possibilità di prenotare senza mettere a rischio le esigenze di sicurezza, grazie alla possibilità di cambiare il proprio programma di viaggio qualora la situazione lo richieda.”  Il presidente invita a chiamare l’hotel e a chiedere una prenotazione flessibile, che consenta la possibilità di cambiare la data.

A proposito di vacanze, Von der Leyen ha parlato anche della questione dei viaggi: il governo tedesco infatti ha stabilito che coloro che non possono muoversi per l’epidemia ricevano un buono spendibile in seguito invece di un rimborso in denaro. “In tutta Europa le persone hanno diritto per legge di scegliere se vogliono soldi o un voucher”, ha detto, facendo però un appello ai cittadini tedeschi:  “In questa crisi, è necessaria la solidarietà di tutti. Chi è in grado di farlo finanziariamente non dovrebbe insistere sui soldi, ma aiutare con i buoni, in modo che le compagnie di viaggio possano superare queste settimane difficili”.

Dall’Unwto si è alzata la voce di Zurab Pololikashvili: “In Europa – ha scritto in un tweet – stiamo parlando di un’economia da 407 miliardi di dollari americani che dà lavoro a 27 milioni di persone e da non trascurare”. Poi rivolgendosi a von der Leyen spiega: “Il turismo è stato in passato un partner chiave nella ripresa. Con il suo impegno e sostegno, contate ancora su di noi per crescere meglio e più forti”.

 

 

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti