Unwto: la ripresa si fonderà sulla collaborazione

“Lo scenario post coronavirus sarà diverso da quello che sappiamo e il recupero risiederà nella collaborazione. La situazione è drammatica e urgente sia negli alberghi che nel settore aereo: il fatto che la popolazione si trovi in una situazione di confino non è mai accaduto” –  spiega Manuel Butler, direttore esecutivo dell Unwto e grande esperto del settore turistico. “Il calo degli arrivi internazionali in aereo è stato, secondo i dati Unwto, tra il 20 e il 30% . Il palcoscenico sarà aperto al futuro, senza dubbio", afferma.

“La ripresa andrà per zona e paese. Le misure sono state adottate a livello nazionale, pertanto anche la ripresa sarà scaglionata e si sta già verificando, ad esempio, in Cina, dalla fine di marzo” afferma Butler.

Butler commenta che due crisi o movimenti si sovrappongono: "Stavamo già arrivando da un momento di riorganizzazione strutturale, specialmente nel settore aereo, di concentrazione. Ora, a medio termine, le compagnie aeree stanno preparando una ristrutturazione al ribasso della flotta e ci sarà una maggiore concentrazione a causa di problemi di liquidità, in sostanza” aggiunge Butler.

"L'enorme shock è stato la domanda nel settore del turismo, che ha successivamente indotto lo shock dell'offerta, cosa che non è accaduta in altri settori come quello automobilistico". L'aviazione è l'elemento critico strettamente correlato al controllo delle frontiere e quindi alla fiducia".

"Il turismo è uno dei quattro settori più colpiti da questa crisi ed è stato il principale motore di creazione di posti di lavoro in tutto il mondo. “Pertanto  è importante preservare questi posti di lavoro e anche il tessuto industriale che li rende possibili, la liquidità e la solidità finanziaria delle aziende" conclude Butler.

 

Tags:

Potrebbe interessarti