Incoming: Discover Italy scalda i motori

Discover Italy, evento che promuove tutto il territorio italiano nella sua interezza, si prepara alla ripartenza. Un appuntamento dove hotel e operatori ricettivi italiani, grazie a un costante e continuo lavoro di scrematura e controllo da parte dell’ufficio buyer dedicato, incontrano i più qualificati buyer stranieri interessati al prodotto Italia.

L’edizione 2020, dopo essersi spostata al 16 settembre, si annuncia densa di novità. La più importante di tutte riguarda il nuovo sistema di business matching sviluppato ad hoc. Una tecnologia che, grazie al suo avanzato algoritmo assimilabile a intelligenza artificiale, oltre a consentire ai partecipanti di pre-organizzare in modo automatico o manuale gli incontri in una fitta agenda di appuntamenti prefissati, di offrire notevoli vantaggi in termini di performance dell’evento, soddisfazione dei partecipanti e controllo dei risultati, garantirà la presenza anche di quei top buyer provenienti da Paesi stranieri con eventuali problemi sanitari. Discover Italy sarà cioè in grado di affiancare agli appuntamenti reali anche appuntamenti virtuali.

Per l’edizione 2020 sono previsti una settantina di buyer specializzati nei segmenti Mice, leisure e lusso provenienti dalla Svizzera, dal resto d’Europa, dagli Stati Uniti, dal Canada e dai mercati emergenti interessati alla destinazione Italia. 1.500 appuntamenti prefissati e un turn over (buyer mai venuti precedentemente all’evento) rispetto all’anno precedente di oltre il 90%.

L’evento potrà anche contare nel tardo pomeriggio del 15 settembre di una presentazione Enit dei propri programmi di rilancio attività e il giorno successivo la conferenza stampa del presidente Enit, Giorgio Palmucci rivolta a giornalisti e operatori.

Discover Italy è un evento sostenuto non solo da Enit, ma anche dai Comuni di Chiavari, Lavagna, Sestri Levante e dall’Agenzia In Liguria. Alitalia è il vettore ufficiale.

Tags: , , , , , ,

Potrebbe interessarti