Come funzionerà l’estate 2020: da Fiavet e regioni le prime ipotesi

La regione Sicilia stanzia 75 milioni di euro per le imprese del turismo. Alberghi, guide turistiche, agenzie di viaggio e tour operator saranno i beneficiari dello stanziamento. Ad annunciarlo l’assessore al turismo, Manlio Messina, durante la diretta Facebook sul canale Marco Polo.

“La regione si impegna ad acquistare i servizi da tutti gli attori della filiera che non sono riusciti a vendere in questo momento, per poi promuovere i prodotti sul mercato”, ha affermato l’assessore. Messina ha palesato la necessita di un rilancio già nella fase due, facendo le debite differenze fra territori italiani. “La Sicilia ha pochi decessi e un percorso virtuoso – ha detto Messina – e proprio su questo vuole basarsi la nostra nuova campagna promozionale che partirà con il messaggio ‘Sicilia luogo sicuro’ dopo che avremo siglato il protocollo tra turismo e sanità pronto nei prossimi giorni”.  Per le isole minori siciliane, dove in alcuni casi non si registra nessun caso di coronavirus, l’assessore annuncia che saranno fatti i tamponi a tutti gli abitanti e ad ogni turista in arrivo per consentire vacanze in serenità.

Al lancio anche in Toscana un nuovo cluster di prodotti resi noti da Francesco Palumbo, direttore Toscana Promozione, il quale annuncia le numerose diversificazioni del balneare e prevede anche l’ipotesi che i gestori degli stabilimenti possano coadiuvare nella organizzazione delle spiagge libere. Intanto su Visit Tuscany si trovano le informazioni sullo status del coronavirus, molti spunti per viaggiare partendo dal digitale (nei musei, attraverso film girati in Toscana, e anche entrando in cantine d’autore). Nella terza area del portale le proposte suddivise in: voglia di mare (non solo spiaggia), rimettersi in forma, natura e detox (Terme e benessere).

Il punto di vista del mercato lo ha fornito Ivana Jelinic, presidente Fiavet, osservando la grande trasformazione della domanda sicuramente orientata a un last minute contro cui, per molti anni, il comparto si è battuto. “Riceviamo molte mail di persone che hanno voglia spostarsi per pochi giorni, quindi sarà possibile qualche breve vacanza di prossimità”. Chiamata in causa sui voucher e la mancata risposta dell’Europa alla necessità di una normativa unitaria la presidente Fiavet ha spiegato ai consumatori: “Il voucher è un buono al consumo per il cliente, non si perde la cifra, che può essere utilizzata per 12 mesi di tempo, dà la possibilità quindi di prenotare nell’agenzia dove si è ricevuto”. E ancora, in merito ai vettori, "avrebbero dovuto provvedere ai rimborsi, ma c’è una discussione in atto sull’utilizzo dei voucher che crea dei problemi, perché si rilasciano voucher a tre mesi, a sei mesi, in alcuni Paesi non sono accettati, quindi noi chiediamo un intervento dell’Europa per regolamentare questa situazione”.

Letizia Strambi

 

 

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti