Il caso Paros: il settore delle ville il meno colpito dalle cancellazioni

A Paros, nelle Cicladi, in Grecia, ci si sta già rimboccando le maniche per una ripresa che punti a tranquillizzare i clienti e a intercettarne di nuovi. "Il nostro settore è quello delle ville in affitto – spiega Sissy Gerouti, senior sales executive di Locate Cyclades -. Personalmente credo che siamo i meno colpiti rispetto alle altre strutture ricettive come gli hotel, questo grazie alla privacy e all'esclusività che le nostre ville offrono. Essere in una 'casa lontano da casa' offre la sicurezza di trovarsi in un ambiente controllato con amici e familiari".

Attualmente è vietato viaggiare verso Paros, ne deriva che chi aveva già prenotato si ritrova a non sapere come recuperare la vacanza mancata. "Fin dall'inizio della pandemia, in collaborazione con tutti i proprietari delle ville, abbiamo adattato una politica di cancellazione molto flessibile in modo da aiutare i nostri ospiti a sentirsi sicuri e ben gestiti – continua la nostra interlocutrice -. Le nostre prenotazioni al momento stavano mostrando un ottimo anno per Paros, ma ora tutti i nostri ospiti sono preoccupati per il loro viaggio in Grecia. Quello che offriamo ai nostri clienti è: la possibilità di annullare subito e ottenere un rimborso del 100%, ottenere un voucher da utilizzare successivamente durante l'anno o per l'estate successiva, attendere fino a fine maggio, verificare la situazione attuale e quindi valutare l'opzione rimborso. Fino ad ora abbiamo avuto alcune cancellazioni, soprattutto da parte di ospiti che dovevano viaggiare da oltreoceano come dall'Australia e dagli Stati Uniti, mentre di recente abbiamo iniziato a ricevere nuove richieste di prenotazione per ville principalmente a partire da fine giugno in poi". 

Il quadro generale sarà più chiaro nel momento in cui saranno allentate le restrizioni e sarà possibile farsi un'idea dei flussi di mercato nelle varie destinazioni che potrebbero subìre anche dei cambiamenti. "Fortunatamente la Grecia è molto amata dai turisti di tutto il mondo – aggiunge Gerouti -. In generale, i principali mercati della Grecia sono principalmente Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti, Francia, Italia e Russia. Ad esempio, nelle isole delle Cicladi come Paros si incontrano molti francesi e italiani. L'Italia in particolare è considerata tra i primi tre mercati importanti per noi, le nostre comuni caratteristiche mediterranee sono sempre state motivo di reciproco interesse nel viaggiare sia per i greci che per gli italiani".

In questa fase non rimane che riorganizzarsi in attesa di un 'via libera', decidendo su cosa puntare e quali strategie applicare in un'ottica di ripresa totale. "Seguiremo tutte le azioni necessarie per creare un ambiente familiare e rilassato – conclude la nostra intervistata -. La cosa positiva della quarantena è stata la possibilità di riunirci e organizzarci. Di recente abbiamo ampliato il nostro team di gestione al fine di fornire servizi migliori ai nostri clienti. Abbiamo anche lanciato il nostro nuovo sito web e prevediamo di aumentare il nostro budget per il marketing digitale. Il nostro obiettivo è avvicinarci a nuovi mercati e invitare nuovi ospiti a Paros. Ciò avverrà creando campagne online destinate a quei mercati e dialogando con le persone che sono ancora interessate ad affittare una villa nel loro prossimo viaggio. Inoltre, durante il resto dell'anno, aggiorneremo i nostri clienti via newsletter con i nostri nuovi elenchi e offerte di ville per le prenotazioni estive del 2021".

Lara Morano

Tags: , ,

Potrebbe interessarti