Fto: “Il bonus vacanze spendibile in agenzia”

Il bonus vacanze è la misura che può essere messa in campo nel decreto di maggio. "Un modello mutuato dalla Francia – osserva Gabriele Milani, direttore nazionale Fto -, che, in tempi normali, stimola il turismo organizzato. Ora la preoccupazione è che si riesca a fare in modo che sia spendibile in agenzia, che lo sia solo in agenzia è un sogno, altrimenti il rischio è che ci siano delle ricadute basse". 

La domanda che Milani ha recentemente posto a Lorenza Bonaccorsi, sottosegretario del Mibact, è come fare in modo che non vada dispersa, pur essendo una misura giusta per le famiglie?

"Stiamo capendo il perimetro e le modalità – risponde Bonaccorsi -. Vorremmo evitare che i contributi siano spesi in altri settori merceologici, il perimetro – chiarisce il sottosegretario – è quello del turismo nazionale, per trascorrere le vacanze in Italia". Quanto alle modalità è stato detto che si sta cercando di studiarle, "per costruire una misura efficace e rapida, utilizzata dai viaggiatori e come credito di imposta". La fascia di appartenenza per poterne usufruire è di coloro i quali hanno "redditi bassi o medio-bassi, per fare un lavoro di sostegno alla domanda". 

Il tema delle regioni

C'è un altro punto della questione che Milani sottopone all'attenzione del Mibact, cioè il fatto che le regioni inizino a muoversi "anche con fondi propri e provvedimenti diversi gli uni dagli altri. Tra cui formule per supportare i buoni vacanza con modalità differenti. Se vanno tutte in ordine sparso – fa notare Milani -, c'è il rischio di sprecare le risorse. C'è la possibilità di avere un maggior coordinamento?". Inoltre, Milani accenna al fatto che nel decreto Cura Italia si parli di un tavolo per il turismo, per favorire la ripresa del settore, come si sta agendo?

E' avvenuto da qualche giorno l'incontro con il coordinatore degli assessori, fa sapere Bonaccorsi, "per avere una serie di indicazioni per costruire un coordinamento. Alcune regioni vogliono partire in modo autonomo, altre scalpitano, c'è una situazione distonica – riconosce il sottosegretario -. Le competenze sono all'interno dei territori. Il tavolo di crisi sto cercando di comporlo, è complicato dato il grande numero di rappresentanze, ma sto cercando di costruire un organismo operativo con le rappresentanze di tutti. Basti dire che solo per le guide turistiche ci sono otto associazioni", afferma Bonaccorsi, dando aggiornamenti in merito al tema.

Stefania Vicini

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti