Oltretutto Travel Writer: è l’adv che racconta il viaggio

E se fossero le adv a scrivere di viaggi? Se fossero loro a dare voce alla conoscenza che hanno del mondo e delle mete che hanno visto più volte nella loro vita, per passione e per lavoro? Se fossero loro a raccontare? Un'idea che è diventata realtà e che si chiama Oltretutto Travel Writer.

Si tratta di uno nuovo strumento digitale a disposizione delle adv, un luogo dove possono pubblicare i loro racconti per catturare l'interesse di viaggiatori di ogni età, senza un target specifico di riferimento. Il tutto è nato dalla collaborazione tra il gruppo World Explorer di Alessandro Simonetti e l’agenzia di consulenza Oltretutto Global Solution di Marco Cisini
“L'accordo con Oltretutto Global Solution da cui nasce la piattaforma Oltretutto Travel Writer ha l'obiettivo di creare una nuova strategia di vendita capace di rispondere in modo più incisivo alle continue evoluzioni del mercato”, afferma Alessandro Simonetti, general manager World Explorer.

La piattaforma per le adv

Oltretutto Travel Writer trae origine in un certo senso dal momento contingente che si è vissuto. La fase di lockdown ha portato molti a riflettere e a trovare nuovi modi per rimanere in contatto con i clienti e con le adv. Come? Comunicando. Cosa? Certamente non le offerte di viaggio, sarebbe stato controproducente visto il momento di quarantena, piuttosto è stato utile comunicare contenuti che potessero far svagare il consumatore, farlo sognare, dandogli messaggi positivi.
Attraverso i webinar che l’operatore milanese ha sviluppato negli ultimi mesi, è emersa la necessità di consegnare alle adv un nuovo strumento di comunicazione, dove formarsi come autori, raffinare le competenze comunicative, promuovendo la propria attività e intercettando nuovi clienti.
Il portale World Explorer Travel Agent Club del gruppo World Explorer ha creato durante il periodo della pandemia un piano editoriale pronto all’uso, ideato per il panorama social ai tempi del covid-19. Le adv iscritte possono accedere ad una serie di consigli sulle strategie di comunicazione. "Possono trovare contenuti e strumenti che le aiutano nell'attività lavorativa e nella comunicazione – spiega Claudio Benvegnù, sales and marketing specialist ed ideatore del progetto World Explorer Travel Agent Club -. Per due settimane abbiamo creato un calendario di post che le adv hanno potuto copiare e incollare sulla propria pagina Facebook per ispirare i propri clienti, ma anche per comunicare positività, per poter dire 'io ci sono, ripartiamo assieme'. Oltre a ciò abbiamo creato eventi virtuali, attività integrative, storytelling da fare attraverso il blog". Quest'ultimo è un elemento parallelo al sito "che aiuta a raccontare ciò che fa l'adv".
Cisini lo chiama "un progetto pilota per quelle adv che sono più scettiche verso la creazione di un proprio blog, in questo modo possiamo affiancarle ed aiutarle". Un aspetto che gli preme sottolineare è che "la finalità del blog è il racconto, non la promozione del pacchetto. Aiutiamo gli agenti di viaggi a diventare piccoli scrittori, assistendoli nella parte di editing. Le adv possono scrivere gli articoli, usare i contenuti di World Explorer o usufruire delle competenze di World Explorer e di Oltretutto per creare un proprio blog. La chiave è sempre la comunicazione, è la conditio sine qua non per non sparire".
Come precisa Simonetti l'uso della piattaforma per le adv non prevede il pagamento di alcuna fee. "I contenuti sono a titolo gratuito, l'obiettivo è stare vicino alle adv e far comprendere loro quanto sia importante la comunicazione". 

L'importanza di avere un blog

Dal canto suo Benvegnù sostiene che “ogni agenzia di viaggi dovrebbe avere un blog", in quanto si tratta di uno strumento che "include diversi vantaggi, aumenta il valore percepito dai clienti e la consapevolezza di quello che l’agenzia fa e può fare per i propri viaggiatori. Dà trasparenza e aumenta la credibilità. Spesso le adv ci chiedono perchè creare un blog, ma la vera domanda da porsi è come gestirlo bene? Per farlo ci vogliono competenze, tempo e risorse", afferma il manager. Non tutte le adv lo hanno o si sentono pronte per farlo. Da qui l'idea di offrire loro "uno spazio dove raccontare e raccontarsi senza dover pensare a progettazione, programmazione e a tutti gli altri lavori tecnici che stanno dietro alla creazione del blog”.

Una nuova chiave di lettura

La mossa di Oltretutto Travel Writer è "innovare – sottolinea Cisini -, porre il settore nella condizione di constatare come la tecnologia possa essere funzionale". Cisini si sofferma sulla tipologia di articoli contenuti per mettere in luce che "non sono redazionali finalizzati alla promozione di una destinazione, ma storie, ispirate da personaggi, o da viaggiatori che sono stati occasione di racconti o idee di viaggio. Ci sono articoli sulla musica, su De André, su Kennedy, o Rocky Balboa, articoli su luoghi e località", racconta il manager. 
Una sorta di viaggio intorno al mondo per offrire una nuova chiave di letture del viaggio e "un'evasione mentale, ma anche un luogo di ispirazione per poter visitare nuovi posti. Un open source on-line travel magazine i cui contenuti verranno arricchiti dagli agenti di viaggi, non un blog, non un sito, ma un portale di racconti, una piattaforma per idee e suggerimenti di viaggio per permettere a chi non ha grandi competenze di fare un percorso formativo per poi arrivare ad avere un proprio blog o sito, una propria identità”.

Gli autori

A dare un contribuito alla creazione del progetto, oltre a Marco Cisini, ci sono Arnaldo Triggiani, che ha seguito la parte tecnologica e Nicola Rovere, architetto milanese autore di molti articoli, che ha contribuito allo sviluppo del progetto, entrambi sono collaboratori di Oltretutto Global Solutions.
Tra gli autori c'è Massimo Malavasi, agente di viaggi riconosciuto come uno dei maggiori esperti di Africa. "Il blog è importante per comunicare con i viaggiatori e fornire informazioni, a me serve per raccontare i momenti di vita vissuta – dice Malavasi -. Ho scritto racconti sull'Africa, mi sono specializzato ad accompagnare i gruppi e a comunicare le emozioni vissute, abbinate alla fotografia. 
Tutto ciò dimostra che il "progetto ha diverse identità e filosofie di approccio, ma il principale obiettivo è coinvolgere le adv", osserva Cisini. Ad oggi sono circa una decina le adv che hanno scritto articoli sul sito, "l'intenzione è di raccoglierne quante più potremo. E' il portale delle adv per mettere a disposizione dei viaggiatori le conoscenze che abbiamo maturato", afferma Cisini. 

Stefania Vicini

Tags: , ,

Potrebbe interessarti