Ambasciatori di Sardegna, l’isola senza segreti

“I giorni scorsi sono stati molto importanti per Portale Sardegna, che ha visto la collaborazione con Welcome Travel per il progetto Welcome to Italy e ora la nostra piattaforma consente l’accesso, in esclusiva alle agenzie Welcome Travel, a una ricca offerta territoriale. Siamo estremamente soddisfatti e anche il progetto Sardegna Isola Sicura, lanciato qualche settimana fa, ha riscosso un grande successo. Ma non ci siamo fermati”.

Massimiliano Cossu, ad di Portale Sardegna, nel corso di una conferenza stampa virtuale, ha presentato la nuova campagna “questAnnoSardegna”, una vera e propria piattaforma pensata per i viaggiatori locali che quest’estate, usufruendo delle proposte di Portale Sardegna, visiteranno la propria isola.

“I sardi iniziano a conoscere la propria terra. L’obiettivo, attraverso un’offerta integrata e non stagionale, è affiancare al mare l’interno e il senso identitario dei nostri avi attraverso cultura, cibi, tradizioni, l’unicità della civiltà nuragica. Sono questi i grandi attrattori latenti che dobbiamo fare emergere”.

Alla base del nuovo progetto c’è una ricerca realizzata su un campione di 1200 residenti in Sardegna, da cui si evince che tre quarti degli intervistati di norma trascorrono le vacanze estive sulla loro stessa isola, di cui il 65% in un comune diverso dal proprio. Il sondaggio sottolinea inoltre che, tra coloro che solitamente preferiscono non trascorrere le vacanze in Sardegna, quest’anno ben il 91% è disposto a farlo per sostenere l'economia e il turismo del proprio territorio.

Questi dati hanno spinto Portale Sardegna a creare un prodotto speciale per i nativi e i residenti in Sardegna, permettendo loro di vivere con più facilità e intensità le bellezze della propria isola. “Siamo riusciti a rafforzare e ampliare l’offerta dei Portale Sardegna Point, i cui primi apriranno a giugno. Grazie alla conoscenza e all’esperienza dei 30 Sardinia Local Expert, è stato possibile mappare e digitalizzare tutti i migliori attrattori del territorio, alimentando il cosiddetto “magazzino digitale di materie prime turistiche”, un raccoglitore di esperienze ed eventi, disponibili in tempo reale, proposti da chi il territorio lo conosce profondamente. Inoltre, Portale Sardegna ha negoziato con le strutture ricettive locali delle offerte speciali per i turisti sardi, che saranno implementate con ulteriori sconti”.

Tutte le offerte sono accessibili sul sito flashsardegna.com, dedicato ai i residenti, i quali possono risparmiare fino al 60% sulla vacanza alla scoperta della loro terra.

“Il cuore della campagna #questAnnoSardegna – ha spiegato Cossu – è il progetto Ambasciatori di Sardegna. Abbiamo creato un libretto di viaggio ispirato a quello del cammino di Santiago di Compostela. Le persone che acquisteranno i propri viaggi sul portale riceveranno il Sardinian Passport con lo spazio per 8 timbri, uno per ogni zona della Sardegna. I viaggiatori potranno timbrare il proprio Sardinian Passport in ogni Portale Sardegna Point dell’area visitata e al completamento riceveranno il titolo di Ambasciatori, saranno premiati con un weekend in omaggio ed entreranno nella community”.

Per ogni nuovo Ambasciatore, Portale Sardegna si impegna a fare una donazione a Nurnet, un’associazione senza scopo di lucro che da anni lavora con passione per valorizzare l'immenso patrimonio archeologico di età nuragica della Sardegna.

“Le prenotazioni stanno aumentando in maniera graduale – ha concluso Cossu – ma sarà impossibile anche solo avvicinarsi ai trend dello scorso anno”.

 

Paola Olivari

 

Tags:

Potrebbe interessarti