RomaOpenBus si allea con Tapsy e lancia i tour per famiglie

“Tutti a bordo?”. Non è facile per il direttore marketing di RomaOpenBus, Letizia Palma, ricominciare con una frase come questa dal tetto di un pullman al centro di Roma. In una città che vive dell’85% di turismo straniero, attraversare via dei Fori Imperiali senza le migliaia di persone che c’erano in primavera ogni anno rappresenta un foglio bianco da cui ripartire. Anche Guida Viaggi, quindi, partecipa al primo educational dal vivo, post-lockdown.

Si tratta di un tour di un giorno che ci richiama ai lacci emotivi che accompagnano da sempre la serissima pianificazione economica turistica, avviata con Tapsi, un prodotto internazionale studiato per il target famiglia. Il tour proposto si svolge con tutte le cautele che ci impongono le norme anti-contagio. Si può accedere solo con prenotazione e indossando la mascherina. A bordo il distanziamento è come da normativa, e a disposizione dei passeggeri si trovano guanti e gel igienizzanti, per i bambini giochi e apprendimento con la guida.

Il prodotto Topserceve è stato adottato da RomaOpenBus, consorzio nato dalla fusione di City Roma con due aziende che fanno capo al gruppo della famiglia Massari, Sata e Arrivederci Roma, come ci spiega Fabio Cantiani di City Roma. Le compagnie si sono unite in consorzio a dicembre 2019 con importanti obiettivi di pianificazione nel 2020.

La media giornaliera che avevamo previsto era di 64 corse al giorno per 1.500 passeggeri – afferma Cantiani – prima del lockdown avevamo investito su due nuovi pullman che erano in arrivo a marzo 2020, proprio quando sono state chiuse le frontiere”. “Attualmente l’azienda ha 8 corse quotidiane con meno passeggeri visto il distanziamento, ma ce ne vogliono almeno 120 al giorno solo per coprire i costi". Meno di un decimo del lavoro. Tuttavia il progetto è stato ben accolto, con molte prenotazioni a giugno. “È stato un grande investimento in cui siamo sostenuti dal gruppo Extrapolitan, un’alleanza internazionale tra aziende di hop-on, hop-off sightseeing bus che rappresenta un punto di forza per la nostra promo-commercializzazione” aggiunge Letizia Palma.

Tutto il prodotto è disponibile in agenzia di viaggi – conclude la direttrice marketing – e possono farne richiesta anche le agenzie di Roma e Lazio che normalmente non si occupano di questo settore: sicuramente non rappresenterà la svolta nel loro fatturato, ma in questa fase può essere qualcosa in più nel bilancio giornaliero”. 

Letizia Strambi

Tags:

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato