Realtà virtuale componente chiave nel processo di prenotazione

Un totale del 45% dei viaggiatori globali rimane estremamente preoccupato per lo scoppio di Covid-19, secondo l'ultimo sondaggio condotto da GlobalData. L'incertezza del consumatore rimane uno dei maggiori ostacoli per gli operatori. Rendere la realtà virtuale (Vr) un componente chiave nel processo di prenotazione può rappresentare uno strumento aggiuntivo per alleviare l'incertezza del consumatore, creando un vantaggio per le società di viaggio che la incorporano.

Johanna Bonhill-Smith, analista di viaggi e turismo di GlobalData, commenta: "Alcuni operatori stavano già utilizzando la realtà virtuale pre-Covid-19 per offrire ai viaggiatori una panoramica della loro destinazione di vacanza, ma il concetto ‘prova prima di acquistare’ potrebbe diventare sempre più importante all'interno processo di prenotazione a causa degli impatti creati dal Coronavirus ”.

“Oltre al fatto che la diffusione del Covid-19 ha rallentato le procedure aeroportuali – prosegue la manager -, un aumento dei prezzi e maggiori preoccupazioni relative alla sicurezza probabilmente influenzeranno le future decisioni di viaggio. Un'esperienza virtuale in anticipo può generare voglia di viaggiare, aumentando così il fascino dei viaggi internazionali. Le esperienze coinvolgenti, memorabili e allettanti che la Vr può offrire aiuteranno ad alleviare i dubbi dei consumatori, agendo come fattore che può aumentare la domanda di viaggio futura".

Anche l'interazione con le piattaforme online è aumentata rapidamente sia per i consumatori che per le aziende durante questa pandemia, suggerendo che vi sono opportunità crescenti per un maggiore rapporto digitale tra le due parti.

Bonhill-Smith continua: “Per i consumatori, i social media hanno offerto un gateway per sfuggire a rigorose restrizioni nel lockdown. Un totale del 44% dei viaggiatori ha aumentato il tempo trascorso a navigare sui social media, il 32% sta leggendo recensioni/blog online su prodotti/tendenze più frequentemente e il 31% sta trascorrendo più tempo a guardare video/v-blog sull'uso di prodotti. Le Dmo di successo, gli esperti di marketing e le agenzie di viaggio hanno sfruttato questo incremento nei tempi di navigazione come un'opportunità per essere in contatto con la base dei propri clienti".

Gli operatori di viaggio svolgeranno un ruolo fondamentale nella ripresa del settore dei viaggi. Incorporare la realtà virtuale nel processo di prenotazione può rappresentare un'altra iniziativa per avvicinare i fornitori del turismo in una destinazione, con conseguente maggiore collaborazione e un più forte recupero”.
 

Tags:

Potrebbe interessarti