Incremento del digitale, Making Science scommette sull’Italia

Making Science é pronta a investire nell’Italia, sarà una delle nostre priorità insieme alla Francia” lo dice Carlo Baratti, head of business development presso Making Science, azienda nata a Madrid nel 2016 e specializzata nelle consulenze marketing ma anche nello sviluppo di prodotti come partner tecnologico. Con un team multidisciplinare e numerose qualifiche e certificazioni Google, l’azienda è partita da un lavoro focalizzato sulle ads e si é poi sviluppata verticalmente e con crescita organica per andare a coprire tutti gli ambiti del marketing digitale, dall’infrastruttura cloud al brand building alla Seo.

“L’Italia é sempre stata il fanalino di coda dell’Europa con un basso tasso di convertibilità, ma la nuova situazione ha mostrato tutta la sua potenzialità” dice Antonio Negro, head of e-commerce, con un’accelerazione esponenziale dell’utilizzo dei mezzi digitali e un aumento dei clienti stimato del 118%. Anche gli online retailer, sia puri che tradizionali, hanno visto una crescita inaspettata e un aumento degli introiti del 73%. “Proprio per questo avranno bisogno di consulenza in quanto a qualità dell’esperienza digitale e confidence del cliente” continua Negro.

Making Science ha delineato delle previsioni per la riattivazione dei vari settori e ha elaborato dei piani d’azione ad hoc per ognuno con strategie e-commerce e modelli di impresa b2c che riducano sempre di più la dipendenza dall’offline e favoriscano l’automazione. L’azienda continua a puntare sullo sviluppo di prodotti propri per la gestione del feed e anche sulle sue partnership come quella in Css con Google per poter dare un valore aggiunto a ogni nuovo cliente.

Gwen Marletta
 

Tags:

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato