Global Innovation Program: il nuovo progetto a sostegno dell’incoming

Il lockdown e le difficoltà connesse hanno dato l’opportunità a White Consulting di rinnovarsi e assumere un’impostazione fresca per la ripartenza. White Consulting, nei suoi 15 anni di operazioni, ha fatto dell’innovazione la sua missione e ha trasmesso questo valore a tutti i mercati in cui lavora, da quello mediterraneo a quello latino americano.

“Proprio grazie ai mesi passati, la nostra azienda ha colto l’occasione per rivalutare il suo modello di business e creare una rete di comunicazione ancora più efficiente”, afferma Enzo Carella, ceo e founder di Life Resorts, uno dei numerosi partner dell’agenzia di consulenza, presentando l’iniziativa Global Innovation Program. Il programma vede la collaborazione di 50 professionisti del settore travel e hospitality non solo per fornire ai partner di White Consulting soluzioni operative immediate durante il periodo di emergenza, ma anche la costituzione di linee guida da portare avanti anche nei mesi a venire.

“Il nostro team di architetti, sociologi, designer e altre personalità di spicco si è riunito in 70 incontri per un totale di 100 ore di live streaming per discutere il futuro del turismo nei prossimi tre anni – continua Carella -. Le parole chiave saranno safe&clean e tecnologie innovative”. Tra i temi trattati durante le tavole rotonde online spiccano l’attenzione per le nuove esigenze della food experience, con la necessità di migliorare i sistemi di revisione dell’approvvigionamento merci e l’utilizzo di nuove tecniche in cucina come la pastorizzazione e la cottura a bassa temperatura per assicurare sicurezza e qualità, ma anche la cost efficiency e una discussione sugli hotel del futuro, sui possibili layout e una migliore organizzazione degli spazi. Carella conclude: “Questo progetto ha portato nuova linfa all’azienda e ha visto l’apporto generoso di molte professionalità che hanno dato piena disponibilità e in maniera incondizionata che, a mio parere, dimostra la vitalità del nostro comparto”.

Gwen Marletta

Tags: ,

Potrebbe interessarti