L’Unione europea riapre i confini a 14 Paesi: fuori Usa e Brasile

Una lista di 14 Paesi extra-Ue ai quali aprire – fin da domani – i confini dell’Unione. La stanno stilando in queste ore i Paesi membri, con Francia e Germania favorevoli all’elenco stilato venerdì scorso dagli ambasciatori Ue, la Spagna preoccupata per l’ingresso del Marocco e l’Italia orientata al sì.

Dell’elenco non fanno parte gli Stati Uniti, la Russia, il Brasile e l’India, mentre per la Cina si aspetta di capire la posizione sul criterio di reciprocità, cioè l'eliminazione – anche da parte di Pechino – della quarantena nei confronti dei cittadini europei.

La lista comprende quindi Marocco, Algeria, Tunisia, Serbia, Montenegro, Georgia, Canada, Uruguay, Thailandia, Corea del Sud, Giappone, Australia, Nuova Zelanda e Rwanda. L’elenco sarà aggiornato ogni due settimane: va però precisato che la lista è una raccomandazione che ha l’obiettivo di coordinare le azioni delle capitali ma non è vincolante, perché gli Stati membri hanno competenza esclusiva sui confini.

Tags:

Potrebbe interessarti