Dall’estero all’Italia, torna in voga la vacanza in residence

E' ancora presto per stabilire i trend relativi alle destinazioni e alle tipologie di vacanza di maggior successo in questa estate post-lockdown, però due cose sono già chiare, nei prossimi mesi vincerà il “turismo di prossimità” e la parola d’ordine sarà “sicurezza”.

Nelle ultime settimane è tornata in auge la vacanza in residence, formula molto in voga all’estero, poco praticata nel nostro Paese. Il tour operator Travelloso, specializzato proprio in questo segmento, propone soluzioni pensate per famiglie, coppie e gruppi di amici: si spazia dai monolocali ai bilocali fino ai trilocali, inseriti sempre in residence che offrono piscine, ristoranti, attività sportive, intrattenimento e animazione per i più piccoli. Questa formula consente di coniugare la libertà e la sicurezza dell’appartamento, con la disponibilità, per chi lo desidera, dei servizi tipici dei resort. Discorso a parte per le ville, che possono ospitare fino ad 8 persone e sono rivolte ad un target che ricerca uno standard qualitativo elevato.

Nello sviluppo dell’offerta estiva 2020, il tour operator ha selezionato strutture in grado di rispettare tutte le norme di distanziamento e le misure necessarie per vivere le vacanze in tranquillità, il che vuol dire appartamenti spaziosi dotati di balconi, terrazzi o giardini privati, igienizzazione costante degli spazi comuni, sanificazione degli impianti di aria condizionata e, nel caso dei residence sul mare, spiagge private con distanziamento di sicurezza tra i lettini.

Sul fronte delle destinazioni, Travelloso abbraccia idealmente tutta la Penisola, con proposte che spaziano dal mare alla montagna, fino ai borghi del centro Italia. Le proposte di Travelloso sono in adv, il catalogo può essere sfogliato anche online su travelloso.com. Le proposte di viaggio comprendono anche la copertura assicurativa Nobis che garantisce una protezione completa anche in caso di epidemia durante la vacanza. Tra i plus offerti, la possibilità di rinunciare al viaggio fino a 24h prima della partenza per malattia, con rimborso totale degli importi versati.

Tags:

Potrebbe interessarti