Alitalia: dalla seconda metà del 2022 lo sviluppo del lungo raggio

Il nuovo piano Alitalia dovrà adattarsi alle fasi del mercato. Ad affermarlo il ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli. Una affermazione che scaturisce sulla base dei dati registrati dal nostro Paese nel 2019, che ha visto 191 milioni di passeggeri viaggiare in aereo. Ora ci si attende di arrivare a un terzo dei volumi previsti a fine 2020, inoltre, si stima che solo dalla seconda metà del 2022 si potrà sviluppare molto più lungo raggio, riporta Teleborsa.

Le dichiarazioni del ministro arrivano dopo quanto precisato dal ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, che ha escluso il ricorso agli esuberi in quello che sarà l'iter di creazione della nuova Alitalia. 

Quanto alla flotta, inizialmente di 70 aerei, crescerà fino a oltre 100 nel 2023, anno in cui ci si attende che il traffico aereo internazionale sarà tornato vicino ai livelli pre-Covid.

 

Tags: , ,

Potrebbe interessarti