EDITORIA - EVENTI - SERVIZI DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

Il Grand Hotel Savoia & Savoia Palace di Cortina d’Ampezzo entrerà in Radisson Hotel Group, dopo che Cbre Hotels ha assistito Bain Capital Credit e Aquileia Capital Services nella selezione del brand ideale per sostenere il riposizionamento della struttura.

Il resort nel centro della località trentina comprende un hotel e un residence che, a seguito dei lavori di ristrutturazione, assumeranno rispettivamente il marchio Radisson Collection e Radisson.

“La firma di questo importante accordo è un segnale positivo per il settore alberghiero durante questi tempi difficili”, ha dichiarato Francesco Calia, Head di Cbre Hotels Italy. “Entrambe le parti, Radisson Hotel Group e la Proprietà del Resort, hanno confermato il massimo impegno per un grand opening già per la stagione invernale del 2021”.

"Cortina d'Ampezzo è stata storicamente una delle destinazioni montane più rinomate in Italia e la consapevolezza del suo prestigio a livello internazionale è stata recentemente rafforzata dalla sua nomina a città ospitante i Giochi Olimpici Invernali nel 2026, insieme a Milano. Questa esposizione mediatica globale, unita alle caratteristiche uniche proprie del resort in termini di posizione, dimensioni e gamma dei servizio offerti, ha generato un interesse significativo da parte dei principali brand alberghieri” ha aggiunto Giordano Nicoletti, director di Cbre Hotels Emea.

Soddisfazione anche da parte di Radisson Hotel Group: "Siamo entusiasti di annunciare il nostro arrivo a Cortina, una delle località invernali più famose d'Italia, che si prepara, insieme a Milano, a co-ospitare i Giochi Olimpici Invernali del 2026”, ha dichiarato Elie Younes, executive vice president e chief development officer del gruppo. Nonostante l'attuale situazione globale, l'Italia rimane un mercato chiave per la crescita del nostro gruppo. Siamo estremamente grati a Bain Capital per la fiducia che ha riposto nel Radisson Hotel Group, nel suo team e nei nostri brand alberghieri”, ha concluso Younes.