Ad Alonissos ci si immerge nella cultura

E’ stato inaugurato il 3 agosto scorso e sarà visitabile fino al 2 ottobre il primo museo sottomarino della Grecia. I sub dilettanti e liberi potranno visitare, accompagnati dai centri immersione, il famoso naufragio delle anfore del  5 ° sec. a.C., che si trova nella parte inferiore dell'isolotto di Peristera ad Alonissos.

Fu un pescatore a vedere per primo i resti dell'antico naufragio nel 1985, vicino alla costa rocciosa occidentale di Peristera, ad una profondità di 28 metri: una grande nave mercantile, probabilmente ateniese, affondò lì intorno al 425 a.C. Era carica con migliaia di anfore di vino provenienti da Mendi (antica città di Calcidica) e Peparithos (oggi Skopelos), zone note nell'antichità per il loro vino.

Il naufragio è uno dei più importanti dell'antichità classica. Lo scavo è stato effettuato dagli archeologi e dal personale dell'Ephorate of Marine Antiquities del Ministero della Cultura, che oggi si occupano dell'apertura del relitto al pubblico.

L'accesso ai fondali marini non riguarda solo gli amici delle immersioni, ma è rivolto a tutti i visitatori di Alonissos, che in alternativa hanno l'opportunità di godersi lo spettacolo unico del relitto, senza nemmeno bagnarsi.

L'operazione pilota del naufragio di Peristera, come sito archeologico marino visitabile nell'estate del 2020, è il risultato della cooperazione con l'Ephorate of Underwater Antiquities del Ministero della Cultura e dello Sport, la Regione della Tessaglia e il Comune di Alonissos. Il progetto è stato preparato nell'ambito del programma di cooperazione transfrontaliera Bluemed e proseguirà con il finanziamento del Psr della Tessaglia fino al 2023.

Il progetto, che dovrebbe stabilire la Grecia sulla mappa del turismo subacqueo globale, ha già vinto importanti riconoscimenti dall'Unione Europea, mentre è stato presentato dai principali media internazionali come il New York Times, Lonely Planet, Daily Mail, Travel & Leisure ecc.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti