Tutte le bellezze di Erice in una Card

Arriva la “Erice Card”, la carta che vuole mettere insieme il meglio della città siciliana. “Un prodotto culturale, turistico, di trasporto e commerciale, unico nel suo genere”, spiegano gli ideatori, tra i quali il Comune, la Fondazione EriceArte, la Fondazione Ettore Majorana e FuniErice.

La card costa 6 euro, è nominativa, è già valida e ha come scadenza il prossimo 31 dicembre. Dà la possibilità di visitare il Castello di Venere e il Polo Museale “Antonio Cordici”, gestiti da EriceArte, così come gli Istituti Wigner e Blackett del Majorana.

Quanto ai trasporti, renderà più economica la funivia, con biglietto di andata e ritorno a 5 euro per il primo passaggio e 2 euro per i successivi per i residenti in provincia di Trapani. Per gli italiani non residenti nel territorio trapanese, 8 euro al primo passaggio e 4 per quelli a seguire. L’opzione stranieri è di 9 euro al primo passaggio e 4 per tutti gli altri.

L’aspetto commerciale della card è invece legato all’accordo raggiunto dal Comune con gli operatori commerciali del centro storico. Quelli che hanno aderito, 45 in prima battuta, e con la presenza anche dell’associazione culturale “Il Bajuolo” che, a sua volta, ne rappresenta 70, applicheranno il 10% di sconto su ciò che vendono a chi si presenterà nelle loro attività esibendo la card.

Tags: ,

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato