Piace la strategia di Omio: finanziamento di 100 milioni di dollari

Omio (ex GoEuro), piattaforma di viaggio multimodale, ha raccolto un round di investimenti per un totale di 100 milioni di dollari da parte di investitori nuovi e di lungo corso, tra cui Temasek, Kinnevik, Goldman Sachs Asset Management L.P., Nea e Kleiner Perkins.

Il finanziamento consentirà a Omio di perseguire il suo scopo di unificare il trasporto globale fornendo agli utenti un’esperienza di viaggio completa. Gli investimenti saranno diretti ad alimentare la crescita organica continua e le opportunità immediate di fusione e acquisizione, rafforzando al contempo l'offerta di prodotti e servizi dell'azienda, che include, sotto il marchio Omio, opzioni di trasporto diversificate (treno, autobus, voli, traghetti, auto a noleggio e car sharing) in 37 Paesi europei e nordamericani, combinate con la portata globale del motore di pianificazione Rome2Rio, che consente la ricerca di trasporti da e per oltre 10 milioni di località in tutto il mondo.

"Il viaggio è un bisogno senza tempo e non ho dubbi sulla ripartenza del settore. Abbiamo assistito a una ripresa molto promettente dell'attività nel corso delle ultime settimane, basata sulla forza del nostro prodotto che offre tutte le diverse modalità di trasporto su più mercati – dichiara Naren Shaam, founder e ceo di Omio -. In Germania e in Francia, in particolare, abbiamo già registrato oltre il 50% delle prenotazioni pre-Covid-19, nonostante la spesa di marketing sia stata minima. Tuttavia, le aspettative dei consumatori stanno cambiando e il settore dovrà evolversi verso nuovi standard e fornire nuovi prodotti, prestando forte attenzione alla sostenibilità. Useremo il nuovo capitale per guidare questo cambiamento".

Jan Kemper, managing director e cfo di Omio, ha affermato: "Quando la crisi del covid-19 ha colpito il settore dei viaggi, il nostro team ha compiuto uno sforzo incredibile per passare dalla modalità di crescita a un'organizzazione di gestione del budget in poche settimane. Allo stesso tempo, abbiamo avviato discussioni con investitori già esistenti e ne abbiamo selezionati di nuovi, con l'obiettivo di assicurarci di poter incrementare il nostro margine finanziario per i prossimi anni – afferma il manager -. Il nostro network di partner finanziari è stato fondamentale per gestire questo periodo impegnativo e ci aiuterà a tornare rapidamente in modalità di crescita. Il finanziamento sottolinea la fiducia dei nostri investitori nella nostra strategia e il potenziale a lungo termine del nostro modello di business snello e diversificato”.

Omio ha già registrato una ripresa delle prenotazioni di viaggi più forte del previsto. Ciò è stato determinato da un cambiamento delle preferenze dei consumatori che prediligono sempre più il trasporto via terra, così come dall'utilizzo ancora più frequente delle app, al fine di evitare sportelli e lunghe code. Omio ha sostenuto attivamente questo cambiamento continuando a migliorare e ad espandere i propri servizi, ad esempio attraverso il lancio dell'Open Travel Index (Oti) creato per aiutare i viaggiatori a capire facilmente dove possono viaggiare all'interno dell'Europa e del Nord America.