Destination Verona, una piattaforma per sei brand

Un’unica destinazione per valorizzare sei brand. E’ l’obiettivo del progetto promosso in Veneto a livello di Camera di Commercio e che coinvolge i territori del Lago di Garda, Verona, Valpolicella, Soave, Lessinia, Pianura dei Dogi e Bassa veronese.  Lo strumento di promozione è una piattaforma digitale (destinationverona.travel) che valorizza le peculiarità dei luoghi e aiuterà a far ripartire il turismo domestico e straniero. Il payoff della campagna di comunicazione – “Opern to your passions” – declina tutte le tipologie di vacanza “per accontentare – ha spiegato Silvia Nicolis, componente di Giunta della Camera di Commercio di Verona e imprenditrice – le necessità delle tre macro categorie di turisti che visitano il territorio: esperienziale, sociale e dedita al turismo slow e alle attività psicofisiche”.

 “Verona è la quarta provincia italiana per turismo straniero – ha ricordato Paolo Tosi, vicepresidente della Camera di Commercio di Verona, ispiratore del progetto, ha quindi un ruolo importante nel panorama nazionale e il sistema delle imprese veronese che traggono benefici dalla presenza turistica rappresentano il 30% del Pil (28,5 midliardi di fatturato annuo)”.  

Delle somme a disposizione a bilancio, la Camera di Commercio ha individuato 30 milioni di euro in tre anni da riportare sul territorio attraverso il progetto Ri.Ver, “di cui 3 milioni saranno dedicati, nel triennio, alla promozione turistica e al rilancio del nostro territorio e a supporto delle imprese”, ha sottolineato Tosi. 

Tra le prime iniziative, il lancio di un concorso che si rivolge ai turisti chiedendo di postare dei selfie con la possibilità di vincere il primo premio, composto da un buono di 500 euro per una vacanza l’anno prossimo.

Sul mercato straniero il progetto si è concentrato attualmente sui target più rilevanti: tedesco, con un 45% di incidenza, e olandese, puntando ad un turismo su gomma. “Le risposte sono state positive – ha assicurato Nicolis – e i tedeschi non hanno abbandonato Verona, a differenza di altri territori”.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti