La Croazia fa i conti: quasi 21 milioni di pernottamenti ad agosto

La stagione turistica è ancora in corso, ma si cominciano a fare i primi bilanci e nonostante l’emergenza sanitaria causata dal covid-19 la Croazia è stata uno dei Paesi meno colpiti, le aspettative riguardo a questa annata turistica erano indubbiamente quelle di superare i numeri del 2019, fa presente una nota dell'ente. 

Malgrado l’incertezza causata dal dilagare dell’epidemia secondo il sistema eVisitor la Croazia nel mese di agosto (fino al 30 agosto), ha registrato 2,63 milioni di arrivi e 20,72 milioni di pernottamenti, pari al 64% dei pernottamenti nello stesso periodo dell'anno scorso.

Le prime destinazioni nel periodo analizzato sono state: Vir (756mila pernottamenti), Rovinj (651mila pernottamenti), Medulin (566mila pernottamenti), Porec (542mila pernottamenti) e Crikvenica (540mila pernottamenti).

I mercati principali in base ai pernottamenti realizzati nel mese di agosto sono Germania (5,2 milioni di pernottamenti), Croazia (3,9 milioni di pernottamenti), Slovenia (2,76 milioni di pernottamenti), Polonia (2,21 milioni di pernottamenti), Repubblica Ceca (1,3 milioni di pernottamenti).

Secondo i dati ufficiali, nel periodo gennaio – agosto gli italiani in Croazia hanno totalizzato 227.101 arrivi e 1.358.636 pernottamenti. Nel solo mese di agosto dal mercato italiano sono stati registrati 101.975 di arrivi e 762.255 di pernottamenti e le mete preferite sono state Rovinj, Medulin, Mali Lošinj, Pula, Porec.

Le regioni leader in agosto in termini di pernottamenti sono: Istria (5,06 milioni di pernottamenti), Quarnaro (4,1 milioni di pernottamenti), Spalato/Dalmata (3,94 milioni di pernottamenti), Zara (3,78 milioni di pernottamenti) Sibenik e Knin (1,64 milioni di pernottamenti).

Attualmente in Croazia soggiornano circa 310.000 turisti, di cui 240.000 sono stranieri e 70.000 nazionali.

 

Tags:

Potrebbe interessarti