Salisburghese: boom nell’incoming

Fino alla scorsa primavera, l’obiettivo dell’Ente Turismo per il Salisburghese era quello di raggiungere il 50% dei pernottamenti rispetto alla stagione estiva dell’anno precedente, ma già a luglio si era registrato l’80% dei pernottamenti rispetto al 2019. La destinazione ha potuto raggiungere questi buoni risultati grazie soprattutto alla conformazione del suo territorio, con migliaia di chilometri di sentieri ed itinerari adatti al trekking, al cicloturismo, alla mountain bike, lontani dal turismo di massa, perfetti per una vacanza lontano dagli assembramenti.

In generale Leo Bauernberger, aministratore delegato di SalzburgerLand Board of Tourism si aspetta che la stagione estiva si prolunghi fino all’autunno, poiché molti viaggi o staycation sono saltate o sono slittate a causa del lockdown.

Fulcro della campagna di marketing dell’ente turismo per il Salisburghese è il desiderio di natura e di esperienze condivise in compagnia di famigliari e amici stretti. Valori come patrimonio naturale, libertà e prossimità stanno diventando assets strategici importanti per questa destinazione, apprezzata per il suo paesaggio alpino e laghi cristallini balneabili.

“Il turismo vive di frontiere aperte e libertà di viaggiare, per questo siamo molto felici di poter accogliere nuovamente ospiti da tutta Europa” puntualizza Bauernberger: “Gli italiani amano venire nel Salisburghese nei mesi estivi e godersi la speciale combinazione di natura e cultura”, conclude l'Ad di SalzburgerLand Board of Tourism.

 

Tags: , ,

Potrebbe interessarti