Emirates: in arrivo tagli fino a 9mila posti di lavoro

Emirates taglierà fino a 9mila posti di lavoro, pari a circa il 15% della sua forza lavoro, a seguito della pandemia. Il presidente della compagnia aerea, Tim Clark, ha fatto presente che è già stato tagliato un decimo del personale, aggiungendo che è probabile che vengano effettuati ulteriori tagli, riporta Hosteltur. Prima della crisi sanitaria, l'azienda di Dubai aveva 60.000 dipendenti.

In un'intervista alla BBC, Clark ha affermato che la situazione attuale del vettore segna un cambiamento epocale, prima della pandemia "si stava dirigendo verso uno dei nostri anni migliori".
Almeno 700 dei 4.500 piloti della compagnia aerea hanno ricevuto avvisi di licenziamento questa settimana, il che significa che almeno 1.200 hanno perso il lavoro dall'inizio della pandemia. Anche migliaia di membri dell'equipaggio di cabina sono stati licenziati.

La maggior parte dei tagli si è concentrata su coloro che pilotano A380, piuttosto che Boeing 777, poiché hanno una capacità maggiore (500 posti), una flotta che risulta essere più inadeguata nell'attuale contesto di bassa domanda.
 

Tags:

Potrebbe interessarti