Busca: “Il domani delle adv ancora da decifrare”

Come si riparte? "In questo momento non si riparte. Non sussistono le condizioni per poter far ripartire a pieni giri il business del turismo organizzato per la stagione invernale". Non usa mezzi termini Claudio Busca, direzione generale network del Gruppo Bluvacanze. Interpellato in merito il manager spiega a Guida Viaggi il perchè di tale situazione. "Tutte le attività extra Ue sono ferme e questo – inevitabilmente – blocca il mercato. Ancora non ci è chiaro il motivo per cui si possa andare in diversi Paesi in Europa con l’obbligo del tampone al rientro in Italia e del perchè questa procedura non venga presa in considerazione per nazioni extra Ue dove la situazione covid rimane sotto controllo, mentre invece permane l’obbligo di quarantena al ritorno in Italia – osserva il manager -. Confidiamo e speriamo vivamente che ci possa essere un cambiamento in questo senso nelle prossime settimane per dare un segnale che a tutto il settore che si può tornare a viaggiare in sicurezza".

Gli investimenti? a medio e lungo termine

Quali mosse sta valutando il network per affrontare la nuova stagione? Busca nel rispondere a questa domanda ci tiene a precisare che, "prima di andare a studiare quali possano essere gli investimenti futuri dobbiamo porci una domanda: 'Quale nuova stagione ci aspetta? in questo momento lo scenario è ancora in evoluzione. Quello che possiamo ipotizzare è che qualsiasi azione che decideremo di intraprendere riguarderà investimenti che andranno sul medio e lungo termine e non mosse che facciamo oggi per domani perché in questa situazione il domani del business delle agenzie viaggi è ancora tutto da decifrare". 

L'operatività

Per quanto riguarda il network, oggi come si sono organizzate le adv nella loro operatività? "Molte agenzie su strada stanno operando con orario ridotto rispetto alla normale operatività con apertura al pubblico di 4-5 ore e, per la restante parte della giornata, ricevono su appuntamento o rimangono reperibili tramite i canali multimediali. La situazione è diversa nei centri commerciali dove – obbligatoriamente – dobbiamo rispettare gli orari imposti dal gestore anche se stiamo lavorando con le rispettive direzioni per avere una riduzione degli orari di presenza perché in questo periodo le richieste sono poche rispetto al periodo", fa presente il manager. 

C'è poi da tener presente che solitamente il trimestre settembre-novembre "rappresenta il periodo post alta stagione delle agenzie di viaggi dove si iniziano a fare i conti per capire come è andato l’anno e in che modo andare ad evolvere e cambiare il business per il futuro – osserva Busca -. Ovviamente in questo periodo queste domande sono ancora più importanti perché lo scenario attuale incute dubbi e timori nella testa degli imprenditori che cercano certezze in un anno che ha messo tutto e tutti in discussione". Cosa fare? "Occorre essere lucidi per superare insieme questo periodo grazie anche a una struttura aziendale a carattere industriale come quella che può garantire il Gruppo Bluvacanze, ma le risposte non possono essere di profilo demagogico o per usare una parola ultimamente di moda populiste. La convention che abbiamo programmato per la prima settimana di novembre sarà l'occasione per provare a dare sostanza alle parole", promette il manager.

Stefania Vicini

Tags: ,

Potrebbe interessarti