Modello Aip-Welcome: “Prevediamo di utilizzarlo in maniera mirata”

Nell'analisi tracciata da Welcome Travel su quelli che saranno gli scenari futuri della distribuzione, tra le due tendenze individuate c'è quella della ricerca di modelli di agenzia di viaggi 'leggeri', illustrato da Massimo Segato, direttore rete indiretta Welcome Travel.

In particolare se il network intende dare risposta a questo tipo di modello, viene da pensare che voglia virare su un discorso di Aip. Interpellato in merito, il manager osserva che "il modello di Aip è sempre stato presente in Welcome, ma con peso non significativo sulla numerica totale delle agenzie affiliate, l'asset di proprietà conta 6 proprietà e 2 Aip".

Però a quanto annunciato dal manager "nel prossimo futuro prevediamo di utilizzarlo in maniera molto mirata, ovvero in casi in cui la proprietà di un'agenzia affiliata decida di lasciare, ma il personale sia interessato a proseguire l'attività, potendo contare su un modello che permette di concentrarsi totalmente su vendite e clienti senza doversi occupare di aspetti burocratici e di gestione amministrativa", spiega il manager nel dettaglio. 

A quanto sembra probabilmente quello dell'Aip sarà un modello che potrà avere un impulso in questo periodo storico, dove le adv hanno sempre più bisogno di potersi concentrare sul loro business, date anche le notevoli difficoltà operative e di vendita provocate dallo stato di crisi generale a seguito della pandemia e del numero molto limitato di destinazioni vendibili al momento. Sarà interessante capire se le reti, che propongono già questa formula, saranno intenzionate a modificarla o rafforzarla.

Stefania Vicini

Tags: ,

Potrebbe interessarti