Aics, arriva il progetto sui 1.500 Borghi sconosciuti

Un progetto per valorizzare 1.500 borghi italiani davvero “sconosciuti” ai più ma ricchi di potenzialità turistiche. E’ questo “I 1.500 Borghi di Aics”, iniziativa pensata per l’appunto dall’Associazione italiana Cultura e Sport e voluta da Bruno Molea, che dell’associazione è presidente, a partire da un’idea di G.B. Merigo, amministratore delegato del t.o. Aics Travel.

“Aics è una grande organizzazione nata sul territorio per promuovere lo sport di base e amatoriale in tutte le discipline e la crescita culturale delle persone – spiega Molea -. Abbiamo 1 milione e 200mila associati, che fanno capo a 140 comitati in tutta Italia. L’idea di Merigo per i Borghi è totalmente sinergica con la nostra vocazione: Aics organizza migliaia di eventi sportivi ogni anno che danno vita a un turismo dei ragazzi, dei giovani e delle famiglie, delle comunità locali. Ora possiamo offrire una robusta boccata di ossigeno ai piccoli centri massacrati dalla pandemia. Perché quando muovi la gente muovi l’economia”.

“La pandemia ha congelato il turismo internazionale – aggiunge Merigo –, dunque è ora di ritrovare centinaia di piccoli centri disseminati sul territorio, non solo quelli segnalati dai grandi media nelle loro liste glamour, sempre gli stessi e sfruttatissimi. Aics ne ha censiti in questi mesi circa 1.500, e ha creato per loro un portale, strumento di marketing e promozione che conta su un pubblico di 1,2 milioni di potenziali visitatori. Tra la bellezza dei luoghi, la loro storia e il cibo superlativo di questa Italia cosiddetta ‘minore’ c’è la materia prima per un prodotto turistico originale, a un costo corretto e invitante sia per i gruppi che per pacchetti individuali”.

Tra i parametri scelti nel "censire" i borghi, troviamo le dotazioni sportive, la lontananza dai grandi centri, il patrimonio ambientale, storico e museale, gli spazi per eventi, reti ricettive minime, l'artigianato e una rete di fattorie e cantine per degustazioni. Il portale web strutturato da Aics presenta i 1.500 Borghi agli associati e a tutto il pubblico dei consumatori, con geolocalizzazione e informazioni di base. I singoli Comuni possono chiedere ad Aics Travel di partecipare al progetto in due diverse formule, aggiungendo immagini e informazioni più ampie e dettagliate sulla loro offerta di turismo.

Le agenzie di viaggi possono partecipare al progetto collaborando con i 140 comitati di base Aics, proponendo prodotto strutturato sul proprio territorio. Inoltre il prodotto Aics Travel è disponibile per tutti i clienti delle agenzie che siano associati ad Aics.

Tags: ,

Potrebbe interessarti