Aer Lingus, ok del Dot all’ingresso in Oneworld

Il Dot ha provvisoriamente approvato l'ingresso dell'irlandese Aer Lingus nell'alleanza Oneworld che include American, British Airways, Iberia e Finnair. L'approvazione finale consentirebbe ad Aer Lingus di programmare, commercializzare e operare congiuntamente voli insieme a tali vettori. Dal 2015, Aer Lingus è di proprietà di International Airlines Group, che è anche la cassa madre di British Airways e Iberia.

In un documento pubblicato di recente nel registro pubblico, il Dot ha affermato che Aer Lingus è il più grande attore nel mercato aereo Usa-Irlanda con una quota del 44% prima della pandemia Covid-19. Un legame transatlantico tra Aer Lingus, American e British Airways porterebbe la quota della joint venture Oneworld al 59% del mercato Usa-Irlanda. Tuttavia, il dipartimento ha affermato che esiste un'ampia competizione in grado di contrastare qualsiasi potenziale comportamento anticoncorrenziale da parte dell'alleanza. Il Dot, in particolare, ha individuato la compagnia Norwegian, che controllava il 12% del mercato Usa-Irlanda pre-Covid ma che attualmente non opera voli transatlantici e deve affrontare un futuro incerto in mezzo a terribili sfide finanziarie. Anche United e Delta operano nel mercato Usa-Irlanda e il Dot ha affermato che le barriere per ulteriori partecipanti sono limitate.

Le parti interessate hanno ora 14 giorni per commentare la proposta prima di un eventuale ordine finale.

Tags: , , , , , , ,

Potrebbe interessarti