Fondo perduto per t.o. e adv, ecco i nuovi elenchi

Con il nuovo decreto 9 dicembre 2020, rep. 176, il Mibact ha aggiornato nella giornata di ieri gli elenchi dei destinatari – adv, t.o. ed operatori di settore – dei contributi a fondo perduto. L’operazione di integrazione degli elenchi si è resa necessaria dopo l’ok della Commissione europea al regime italiano da 625 milioni di euro, inserito tra le misure degli aiuti di Stato legittimi.

Ora dunque la pubblicazione dei nuovi elenchi, consultabili cliccando qui.

L'erogazione dei fondi dovrebbe avvenire a breve, ma si aspetta l'ufficialità da parte del ministero tramite un'apposita comunicaizone. Intanto, in una nota a beneficio dei suoi associati, Fto ha spiegato che “per le imprese di cui all’allegato B, gli eventuali conguagli, resi necessari dall’esito delle operazioni di valutazione della documentazione integrativa, saranno imputati alla seconda tranche di pagamento, finanziato con incremento di cui all’art. 5, comma 2, del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137. Le imprese che non abbiano trasmesso la documentazione integrativa richiesta non potranno ricevere la prima tranche di contributo”.

“Ad integrazione dell’allegato B al Ddgt 09.11.2020, rep. 87 – ha continuato Fto – le imprese di cui all’allegato B-bis al presente decreto, a seguito delle ulteriori verifiche svolte, sono sottoposte a richiesta di integrazione conoscitiva. La valutazione della documentazione ricevuta, nel caso comporti rettifiche al contributo attualmente assegnato, darà seguito a eventuali conguagli da imputare alla seconda tranche di pagamento, finanziato con incremento di cui all’art. 5, comma 2, del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137”.

Infine, le imprese “di cui all’allegato C al Ddgt 09.11.2020, rep. 87, che non abbiano ancora trasmesso riscontro o abbiano omesso di inserire l’importo del contributo art. 25, comma 3 del decreto-legge rilancio, considerato liquidabile o liquidato da parte dell’Agenzia delle entrate a seguito del 09 ottobre 2020, non potranno ricevere la prima tranche di contributo”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti