Europa, la pipeline degli hotel non si arresta

Secondo l'ultimo “Europe Hotel Construction Pipeline Trend Report” di Lodging Econometrics alla fine del terzo trimestre del 2020 la pipeline europea di costruzione di hotel è aumentata del 7% per progetti e dell'11% per camere anno su anno, per chiudere il trimestre con 1.834 progetti e 291.823 camere.
Come avviene in altre regioni del mondo, a causa della pandemia di Covid-19 l’andamento della costruzione di nuove strutture sta subendo lievi ritardi nella pianificazione delle tempistiche di circa due o quattro mesi, ma su base annua rimane relativamente stabile.
Le stanze in costruzione si attestano al massimo storico di 151.471 da 921 progetti, e sono aumentate dell'11% dei progetti e del 15% dalle stanze su base annua. I progetti che dovrebbero iniziare la costruzione nei prossimi 12 mesi sono a quota 478 per 75.166 stanze, in leggero calo su base annua.
I progetti nella fase iniziale di pianificazione ammontano a 435 e 65.186 stanze.
Durante il terzo trimestre del 2020, l'Europa ha aperto 96 hotel con 12.014 camere, il dato più significativo in Europa in un solo trimestre del 2020 fino ad ora.
Il terzo trimestre del 2020 ha registrato anche un aumento del 38% del numero totale di hotel aperti rispetto al secondo trimestre, un segnale sicuramente forte.

La leadership
Il Regno Unito guida la pipeline di costruzione con 345 progetti e 52.065 stanze, seguito dalla Germania con 310 progetti e 55.930 stanze. Segue la Francia con 168 progetti e 20.646 stanze. Il Portogallo, al suo massimo storico, si classifica con 124 progetti e 14.430 stanze, e segue poi la Polonia con 91 progetti e 14.282 stanze.
Le città in Europa con i dati più significativi includono Londra con 91 progetti per 16.331 stanze, Dusseldorf, con 60 progetti e 11.510 stanze, e Parigi con 41 progetti e 6.351 stanze. Seguono Mosca con 31 progetti e un totale di 6.430 stanze, e Amburgo con 31 progetti e 6.313 stanze.
Accor Hotels guida le società di franchising in Europa con la più grande produzione di progetti in cantiere: 246 progetti. Il gruppo è seguito da Marriott International a quota 215 progetti. Hilton Worldwide è il successivo con un massimo storico di 214 progetti, seguito da Intercontinental Hotels Group con 152 progetti.
I marchi leader di queste quattro società sono Ibis di Accor Hotel e poi Mercure Hotels, poi Novotel. Un marchio emergente per Accor si sta rivelando essere Tribe by Accor, con un record di 15 progetti in cantiere nel terzo trimestre del 2020.        

Tags: ,

Potrebbe interessarti