Vacanze 2021: Thomas Cook punta sul lungo raggio

Thomas Cook punta i fari sulle vacanze a lungo raggio. Quella che ormai è a tutti gli effetti una Ota, dopo essere stata a lungo tra i più importanti t.o. d’Europa, ha infatti annunciato di aver stipulato nuove partnership con 20 compagnie aeree – tra le quali British Airways, Emirates, Virgin ed Etihad – per offrire quante più destinazioni possibili tra quelle che non prevedono quarantena.

Tra queste ultime troviamo – ad esempio – Dubai e St Lucia. Ma il piano è molto più ampio: l’operatore ha  aggiunto infatti un totale di 43 nuove destinazioni al suo portafoglio, tra le quali Cancun, Punta Cana e le principali città del Nord America. Quanto alle destinazioni che presentano attualmente restrizioni di viaggio, l’approccio è però più cauto: Tc inizierà con la vendita di pacchetti per gli Stati Uniti dal 1 maggio 2021, mentre altri Paesi – attualmente assenti dall'elenco dei corridoi di viaggio del Regno Unito – seguiranno nel tempo.

"Il nostro prossimo obiettivo è aprire più voli regionali nel Regno Unito, in modo che le persone possano ricominciare a prenotare le loro vacanze con Thomas Cook dal loro aeroporto locale", ha affermato il ceo Alan French. Fosun Tourism Group ha acquisito il marchio Thomas Cook e le sue attività dai liquidatori a novembre 2019, rilanciandolo poi a settembre 2020 come Ota.

Tags:

Potrebbe interessarti