VTex: “Il retail può aiutare il travel a sviluppare nuove idee”

Piattaforme abilitanti, cloud e e-commerce sono tutte opportunità da cavalcare per essere più veloci nella fase di ripresa del mercato. “E’ valido nel settore retail – precisa Daniela Jurado Jabba, general manager per l'Europa occidentale di VTex – che è il nostro settore di riferimento e sta crescendo molto nell’ecommerce con modalità plug &play, ma posso portare il valore aggiunto di esperienze cosiddette consumer service applicabili al mondo del travel”. Attualmente non si prenotano viaggi o soggiorni in hotel “ma una cosa che si può fare – sottolinea la manager – è possibilità di comprare al futuro. So ad esempio che avrò bisogno di un volo e di un hotel ma non so esattamente per quando. A questo punto potrei comprare facendo il pagamento ma fissando la data più avanti. Il consumer service deve essere proattivo. Può diventare un upsell”. Il vantaggio è anche per l’azienda: “Se ho conquistato un cliente e ho i suoi dati, posso aggiungere altro prodotto per la data della sua partenza. Conoscere il profilo del cliente è fondamentale per poi usare questa profilazione in modo da aumentare il ticket medio”.

Il ruolo dell’intelligenza artificiale

Un altro aspetto su cui Jurado Jabba si sofferma riguarda l’utilizzo dell’intelligenza artificiale. “Serve a capire chi è la persona che sta navigando nel mio sito. Si possono proporre suggerimenti che abbiano senso, però”. Cosa manca per gestire bene i dati di profilazione, si chiede? “La nostra piattaforma ha un processo di search nativo nostro, permettendo l’autocomplete per capire lo storico e proporre opzioni”. Per gestire questi aspetti legati all’intelligenza artificiale, a suo avviso “non occorre cercare un profilo tecnico. Deve essere una figura professionale in grado di capire il business, non uno sviluppatore. Per gli aspetti tecnici c’è modo di imparare”. L’errore che sta avvenendo nel campo retail e in altri dove si sta puntando sull’uso dell’Ai è il fatto di cercare profili di sviluppatori “anziché persone vicine all’attività di riferimento. E’  un tabù che va sfatato quello che una piattaforma ecommerce debba essere gestita da un tecnico”, dichiara.

Vtex è una società leader mondiale nel digital cloud commerce. Si tratta di una piattaforma e-commerce as a service multi-canale  e offre alle aziende la tecnologia richiesta per vendere online e integrare tutti i canali di vendita – negozi fisici, b2b, b2c, door to door, call center e marketplace – in ogni comparto. In Italia. L’azienda punta in particolare ai settori della moda, della Gdo, dell’arredament, dell’elettronica di consumo e della salute e bellezza. 

Dopo aver ricevuto un primo investimento dal fondo Softbank America Latina pari a 140 milioni di dollari, VTex ha annunciato di aver raccolto ulteriori 225 milioni di dollari in un nuovo round di finanziamento. Fondata nel 1999 a Rio de Janeiro, la società è presente in più di 42 Paesi in tre continenti ed è stata scelta da oltre 3000 clienti in tutto il mondo, tra i quali alcuni dei principali protagonisti del commercio elettronico come Walmart, Samsung, Black & Decker, Sony, Decathlon e Whirlpool, che oggi vendono online utilizzando la piattaforma VTex.

La crescita annuale del fatturato aziendale è stata del 40-50% negli ultimi 4-5 anni e nel 2020 si attesta sul +120%.

Laura Dominici