La decisione di Azimut: investire sul mercato europeo

Azimut Tour Operator & DMC pensa alla ripartenza ed investe su prodotti che definisce “innovativi, escorted tour, sightseeing tour, ma sopratutto una parte dedicata al turismo esperienziale, il tutto tradotto in varie lingue”.

Dal canto suo il t.o, vista l’incertezza dei grandi operatori intercontinentali, alcuni hanno già comunicato che non includeranno l’Italia e destinazioni europee nelle operazioni turistiche 2021, ha deciso di investire nel mercato europeo.

La mossa si concretizza con la versione multimediale in chiave Usb del catalogo, che sarà tradotto in tedesco, francese, inglese, spagnolo, norvegese, danese, svedese, ungherese, polacco e bulgaro. E’ dedicato ai mercati che il t.o. sta pianificando, con operazioni di volato di linea da maggio ad agosto per arrivare all’autunno con le prime rotazioni charter.

Per venire incontro ai clienti ed alle adv, il t.o. prevede l’iniziativa “La vacanza senza pensieri“, la proposta anti-crisi di Azimut, che mette in campo una promozione attiva per tutto il 2021 che comprende: annullamenti gratuiti fino a 48 ore dalla partenza su tutta l’offerta primavera e autunno. L’iniziativa mira a sostenere il booking in questo periodo di piena incertezza, a “riportare i clienti in agenzia e a stare concretamente dalla parte del mercato, in attesa che i tour operator e le adv internazionali tornino a programmare i piccoli gruppi per poi tornare alla totale normalità, anche se per questa dovremo attendere il 2023”, commenta il ceo, Luca Ruco.

La promozione consente di annullare gratuitamente e per qualsiasi motivo la propria prenotazione fino a 48 ore prima della partenza, tutte le partenze sono coperte dalla polizza Covid free che Azimut Tour Operator & DMC regala al momento della prenotazione.

“Una parte di clienti sta comunque decidendo di prenotare una vacanza con noi tramite i nostri partner – continua Ruco -, nonostante la complessità dell’attuale scenario internazionale”, da qui la scelta di dar vita alla campagna, “che vuole essere un gesto tangibile di vicinanza a un mercato ingiustamente penalizzato come quello del turismo. Il nostro impegno è totale perché in caso di annullamento l’eventuale penale è interamente a carico di Azimut e non comporta alcun impegno economico da parte delle agenzie o dei clienti”, precisa il manager.

Tags:

Potrebbe interessarti