Delta, partnership con Viasat per la connessione a bordo

Delta ha finalizzato una partnership con Viasat – provider wifi ad alta velocità – per garantire ai propri clienti un'esperienza di volo senza soluzione di continuità e personalizzata. Il progetto riguarda il lancio di un portale di accesso sviluppato da Delta con un'interfaccia utente che migliora il modo in cui si interagisce con il wifi.

"Rimanere connessi è una parte fondamentale della vita dei nostri clienti sia a casa che durante i viaggi, e stiamo facendo grandi passi avanti per offrire un'esperienza basata su connettività e personalizzazione", ha detto Ekrem Dimbiloglu, director of brand experience – in-flight entertainment & wi-fi -. La migliore connettività in volo della categoria porta a un livello superiore la nostra visione di una re-immaginata esperienza di brand, ed è stata a lungo il nostro focus. Dall'inizio della pandemia, ci siamo impegnati per migliorare velocemente l’esperienza di viaggio a vari livelli – da una pulizia leader del settore alla tecnologia del futuro – a beneficio dei passeggeri, per accoglierli al meglio nel momento in cui decidono di tornare a viaggiare".

La tecnologia satellitare ad alta velocità di Viasat migliorerà in modo sostanziale l'offerta di Delta, fornendo capacità aggiuntive e tecnologia di nuova generazione per garantire ai passeggeri una connessione più veloce verso i loro siti preferiti, compresa la possibilità di vedere in streaming l'intrattenimento di loro scelta durante il volo. Il portale di accesso sviluppato da Delta sarà un'interfaccia che integra sotto lo stesso tetto il wifi in volo e altre funzionalità per il giorno del viaggio. È sviluppato per dialogare con Viasat e funge da homepage per l'esperienza del passeggero, che potrà acquistare l'accesso wi-fi, usufruire della messaggistica mobile gratuita e accedere ai servizi preferiti su Delta.com. Negli ultimi anni, Delta ha aggiunto gli schermi a poltrona a quasi tutta la sua flotta mainline e ha ampliato l'offerta.

La nuova tecnologia sarà inizialmente implementata sui nuovi A321ceo1, 737-900ER e su alcuni selezionati 757-200, per un totale di oltre 300 aeromobili narrowbody della mainline, con la possibilità di estendere il servizio a ulteriori velivoli in futuro.

Tags:

Potrebbe interessarti