Arriva Hellobook, la nuova piattaforma b2b di Nicolaus

Si chiama HelloBook, è attiva da oggi ed è la nuova piattaforma b2b con la quale Nicolaus promette “un’interazione esclusiva con le agenzie: rapida, precisa e votata alla soddisfazione delle informazioni da fornire ai clienti finali, come valore aggiunto condiviso”.

Disegnata sulle esigenze della distribuzione e frutto di una task force ad hoc, grazie a un confronto con i top partner, la piattaforma è definita “rivoluzionaria nella portata hi-tech e nelle funzionalità per consentire alle agenzie di lavorare nel migliore dei modi e in un’ottica totalmente business oriented”.

“In questi mesi che sono stati complessi e molto difficili – commenta Isabella Candelori, direttore commerciale del Gruppo Nicolaus – abbiamo scelto di rilanciare e, mettendoci in ascolto, abbiamo voluto creare qualcosa di utile per il nostro interlocutore privilegiato e principale: le agenzie di viaggi. La pandemia ha portato con sé la necessità inalienabile di non sbagliare e di sapersi muovere con poco preavviso, cambiando spesso le carte in corsa: per questo abbiamo attivato una notevole potenza di fuoco tecnologica improntata alla flessibilità, alla rapidità d’uso e alla massima soddisfazione delle aspettative del cliente, premessa migliore per chiudere un preventivo. Grazie alla versatilità e alla sofisticata impostazione di facile utilizzo, mediante i dati relativi alle preferenze del cliente e la possibilità di interfacciarli con le informazioni a cui dà immediatamente accesso, “HelloBook” è, inoltre, anche un ottimo mezzo per fare new business e Crm”,

Alla base del nuovo strumento dal layout totalmente trasformato, un impianto tecnologico all’avanguardia che riduce in modo determinante i tempi di risposta. Tra gli elementi immediatamente in evidenza, le funzionalità implementate ex novo che danno a chi la sta utilizzando la possibilità di attivare immediatamente qualsiasi tipo di ricerca, in modo estremamente flessibile e user friendly. Tra le tipologie di filtri maggiormente richiesti figurano le ricerche per budget, per destinazione o anche multidestinazione, con la possibilità, rispetto ai primi risultati, di confrontare fino a 5 tipi di soluzioni di viaggio contemporaneamente.

A queste funzioni, tra le altre, si aggiunge l’anteprima del prezzo visualizzabile sui differenti giorni del calendario, le opzioni di navigazione per offerte e per strutture differenti, l’immediatezza della consultazione delle schede tecniche con informazioni di dettaglio, nonché la visualizzazione dei tassi di gradimento delle differenti strutture afferenti ai brand del gruppo.

Tra i tool anche la propria area personale che dà rapidamente accesso a informazioni di dettaglio sull’esperienza di utilizzo della piattaforma funzionali all’agente e, naturalmente, ai documenti di viaggio. Senza dimenticare funzioni pensate per avere il polso del mercato, come l’interessante “cosa cercano gli altri” e la comunicazione aumentata tramite news e cruscotti personali.

“Uno degli aspetti più soddisfacenti di questo nuovo progetto – osserva Sara Prontera, marketing manager del Gruppo Nicolaus (nella foto) – e fortemente voluto da tutta l’azienda, è la sua dimensione corale: un lavoro serrato che ha visto affiancarsi al lavoro di grande livello svolto dal team di Sviluppi Tecnologici, capitanato da Tonio Vilei, in primis tutte le funzioni aziendali ma anche i nostri top partner, le agenzie Diamond. Insieme abbiamo messo a fuoco le criticità dei processi di booking e le funzioni che avrebbero garantito la possibilità di lavorare meglio. Anche per questa novità, uno degli aspetti più importanti è stata la possibilità di personalizzare le proposte con facilità che ha trovato un asset importante nella nostra impostazione del prodotto, sempre più orientato alla exclusive experience, pensata per il singolo cliente. Molta soddisfazione anche per i contenuti estetici che rendono HelloBook simile a un magazine online, dalla grafica accattivante, pensata per non affaticare chi legge, elemento trascurato da molte piattaforme b2b che privilegiano spesso solo gli aspetti tecnici e pratici”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti