Cinque stili di vacanza per TH Resorts

La decisione, sofferta, è quella di non riaprire gli hotel di montagna dopo il 15 febbraio per concludere una stagione invernale mai iniziata. Una scelta fatta a malincuore quella di TH Resorts, ma inevitabile per una stagione che sarebbe stata troppo corta e avrebbe implicato una decisione anche sul costo del personale.

Lo sviluppo però non si arresta. “Stiamo lavorando su un po’ di situazioni – ammette il direttore commerciale e marketing Stefano Maria Simei -. Al momento possiamo dire che entrano in programmazione in Calabria il Baia degli Dei a Le Castella e tra pochi giorni il Parchi del Garda a Lazise. Oltre a questi due alberghi ne avremo un terzo in arrivo proprio questa settimana – annuncia -. Abbiamo lavorato tanto sulle infrastrutture, anche in termini di rinnovamenti, creando un prodotto di alta qualità”.

La programmazione

Le linee sono state trasformate creando cinque stili di vacanza, tutti in all inclusive, “una formula particolarmente ricca e adatta alle famiglie. E’ stata molto arricchita la parte della ristorazione, abbiamo lavorato con un segmento che chiameremo club e si tratta di alberghi più piccoli in posizioni particolarmente curate”. Quest’anno l’operatore conterà su 26 hotel aperti tra mare montagna e città d’arte. Il catalogo è attualmente disponibile online ma sarà poi pubblicato in formato cartaceo “più avanti, quando le agenzie saranno aperte”. La suddivisione sarà la seguente: una brochure “Mare e lago”, dove sarà inserito l’albergo di Lazise, che avrà un’anima business, urban e anche un’anima leisure per gli short break. “Da quest’anno avremo cataloghi monografici”, dichiara il direttore. Gli altri saranno dedicati a “ Montagna”, “Urban resort” con gli hotel nelle città d’arte di Assisi e Roma, poi ci sarà il catalogo Touring Club, uno denominato “Esperienze”, in partnership con un’azienda importante che si occupa di escursioni e lavora con grandi gruppi europei. Il catalogo racconterà il territorio attraverso le escursioni, un prodotto interessante da acquistare anche b2b. Ad estate inoltrata, poi, arriverà il catalogo di Markando con sei monografici in tutto e sei linee di business.

Il sentiment di mercato

L’operatore sta attualmente lavorando via webinar con le adv e “il sentiment sul Mare Italia attualmente è di stand by, ma non vuol dire non avere richieste – precisa Simei -. Arrivano richieste di gruppi per giugno, ma si attendono le evoluzioni per quanto riguarda gli spostamenti. Ci sono richieste e già qualche prenotazione. Il fatto è che le agenzie sono ancora frastornate. Sono convinto che sul Mare Italia si potrebbe fare una buona stagione estiva. Insieme al mare Italia, anche le crociere saranno i principali segmenti di vendita”. Secondo il manager i mesi di luglio e agosto avranno una buona domanda e bisognerà vedere a giugno per i gruppi.

Intanto l’azienda guarda al futuro e lavora ad un piano industriale in ottica 2021-2025. “La richiesta degli azionisti – conclude Simei – è quella di pensare al raddoppio del volume d’affari. Continuiamo a fare scouting dei prodotto e l’obiettivo è di registrare 200 milioni di fatturato entro il 2025, possibilmente anche prima”.

Laura Dominici

Tags:

Potrebbe interessarti