La ripartenza secondo Veratour: “Profitto per le adv fin dalla prima vendita”

“Abbiamo voluto garantire alle adv commissioni che fossero subito premianti, perché parlare di obiettivi in questo momento appare molto complesso: preferiamo che le agenzie possano vendere fin dalla prima pratica potendo contare su una commissione importante”. È questa la filosofia di base che ha guidato le decisioni sui contratti commerciali per il 2021 di Veratour, con il direttore commerciale Massimo Broccoli che ci spiega come “il contratto presentato quest’autunno alle adv e ai network di riferimento prevede commissioni assegnate in base ai risultati conseguiti dalle agenzie nel 2019. Il 2020 è stato un anno praticamente nullo, e ci sembrava un atto doveroso dare fiducia e soprattutto sostenere le agenzie, in un periodo in cui certamente avranno bisogno di vendere, e di farlo massimizzando il proprio profitto”.

Se quindi il principio cardine del contratto è quello di garantire commissioni fin dalla prima vendita, non significa che manchino i plus: “Abbiamo comunque previsto – rimarca Broccoli – una massiccia attività di incentivazioni: ma crediamo che questa attività dovrà essere flessibile, quest’anno, e pertanto con le adv abbiamo preso l’impegno di ragionare di piani di incentivazione quando la situazione sarà più chiara e si potrà contare su dei numeri e non solo su delle ipotesi”.

Quanto ai prossimi mesi, e alle strategie commerciali per ripartire, “la situazione che stiamo vivendo imporrà la necessità di sostenere in maniera particolare alcune destinazioni, ed è per questo che da un lato abbiamo cercato di realizzare un pricing competitivo – tra l’altro potenziando anche il nostro sistema di early booking – e dall’altro abbiamo predisposto una serie di campagne commerciali dedicate che immetteremo sul mercato non appena si potrà ragionare di numeri concreti, in maniera da poter supportare le agenzie nelle attività di promozione sul territorio e magari poter anche contare su una redditività aggiuntiva”.

In ultimo, chiediamo a Massimo Broccoli se – come già deciso da altri t.o. – Veratour intenda selezionare maggiormente le adv con le quali collabora. La risposta è chiarissima: “In tutta onestà ci sfugge il senso di questa domanda – risponde il manager a nome del t.o. – . Crediamo che in un  momento così complesso le agenzie abbiano bisogno di un grande supporto da parte nostra, non  certamente di essere penalizzate con politiche selettive. Come sempre sosterremo con tutte le nostre forze le agenzie Verastore e collaboreremo al massimo delle nostre capacità con i network nostri partner. Ma non adotteremo politiche restrittive, che in questo momento denoterebbero, quanto meno, una scarsa sensibilità”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti