La scelta: Geo e Welcome in Fto

Geo e Welcome fanno il loro ingresso in Fto. Questa la notizia che viene dal mondo della distribuzione organizzata. Una scelta "storica", dopo anni di non presenza delle due reti sul fronte associativo, una mossa importante per diversi motivi, quindi, e che va a rafforzare in modo significativo il peso specifico della federazione in termini numerici. Fragilità di filiera e frammentazione sindacale del fronte distributivo i punti deboli su cui lavorare, che sono alla base della scelta fatta dalle due reti, che hanno deciso di scendere in campo e dare il proprio contributo nella lotta per i valori di filiera assieme a Fto.

Il consiglio nazionale di Fto – Federazione Turismo Organizzato ha, infatti, approvato l’ingresso di Geo Network e Welcome Travel come soci nazionali. Adriano Apicella – spiega una nota – è entrato a far parte del consiglio nazionale dell’associazione.

Cresce il peso politico ed istituzionale

Franco Gattinoni, presidente di Fto, dà il suo benvenuto "a Luca e Adriano con cui sono sicuro faremo un ottimo lavoro di squadra". Come dichiara il presidente in Fto "sono associate circa 1.600 imprese, numero in forte crescita a seguito della costituzione dei presidi regionali. Con questi nuovi ingressi si rafforza significativamente il peso politico e istituzionale della federazione, rappresentando attraverso i propri network il 70% della distribuzione del turismo organizzato.
Questo ci consentirà di far sentire con maggiore forza la nostra voce ai tavoli dove si parla di turismo, dove è importante far capire il ruolo che può giocare la nostra filiera per il rilancio del Paese".
Gattinoni si sofferma sul momento contingente, osservando che "le imprese del nostro settore vogliono ripartire assumendosi il compito e la responsabilità di tutelare i viaggi in Italia e dall’Italia, facendo in modo che le persone si spostino nella massima sicurezza e serenità. Per questo motivo deve essere comunicato e compreso il nostro valore nell’offerta di servizi qualificati, affidabili, trasparenti che solo chi opera in modo professionale e nel rispetto delle norme a tutela dei viaggiatori può offrire. Per assicurare questa visione le agenzie di viaggi devono essere protette e messe in condizione di preservare le competenze e l’esperienza delle persone che ci lavorano”, afferma Gattinoni.

Superare la fragilità di filiera

 Adriano Apicella osserva che la situazione pandemica, "che stiamo ancora vivendo in questi mesi del 2021 ha dimostrato la fragilità della nostra filiera, riteniamo sia venuto il momento di dare il nostro contributo diretto per rappresentare la categoria delle agenzie di viaggio in ambito istituzionale e per questo motivo abbiamo deciso di dare il nostro supporto alle attività di Fto che si è particolarmente distinta in questo compito – spiega l'a.d. di Welcome -. L’associazione aggrega il panorama di riferimento del networking nazionale, le sfide che ci aspettano sono importanti e solo unendo le nostre forze, grazie all’associazione, abbiamo la speranza di uscire da questo difficile momento, di rafforzare e ben rappresentare il ruolo della nostra filiera e in particolare le agenzie di viaggio".
Apicella si è detto "onorato di entrare a far parte del Consiglio nazionale di Fto, darò il mio massimo impegno per supportare l’associazione nelle sfide che si presenteranno”.

La casa in cui confluire

Luca Caraffini, a.d. di Geo, punta l'attenzione sul ruolo giocato dalle reti nel comparto. "I network hanno delle responsabilità importanti visto il ruolo che ricoprono nella filiera turistica – afferma – e non possiamo non accettare la sfida di diventare parte attiva nel processo della rappresentanza del comparto".
Poi il manager fa un passo in più e mette in luce che, "mentre i tour operator oggi hanno una casa comune, la distribuzione vive ancora una frammentazione sindacale, mentre dovrebbe raggiungere una dimensione e un peso diverso che le spetta, anche per la numerica di imprese coinvolte. Il nostro coinvolgimento vuole rafforzare una associazione strutturata e professionale che ci è sembrata la casa migliore nella quale confluire. Al mondo politico servono interlocutori di spessore e possibilmente con idee convergenti e anche per questo Fto ci è sembrata la scelta più adeguata. Siamo sicuri che daremo il nostro contributo per completare un percorso, che assicurerà benefici all’intero settore", conclude Caraffini.

Tags: , , , , ,

Potrebbe interessarti